WRC Promoter crea il polo del rallysmo internazionale: gestirà anche il marketing del WRX

Il Mondiale Rallycross, dopo la dipartita del precedente promoter inglese, viene salvato dai tedeschi del Mondiale rally

FIA e WRC Promoter starebbero raggiugendo un accordo pluriennale per la gestione commerciale e comunicativa del Mondiale Rallycross oltre al 2021.

Con la nuova categoria elettrica RX1e debuttante nel 2022 (4WD, oltre 600CV di potenza) la Federazione internazionale aveva bisogno di portare (o di riportare) l’attenzione sul WRX ai livelli del 2019.

Peter Bayer, Segretario Generale in seno a FIA ha commentato:

Siamo lieti di allinearci con WRC Promoter mentre costruiamo un futuro elettrico innovativo per il Campionato del Mondo Rallycross.

La FIA ed il promoter hanno raggiunto una visione comune su come lavorare insieme per il beneficio e la crescita del rallycross […] verso un futuro più sostenibile e più verde.

Abbiamo lavorato a lungo con l’azienda come promotore del FIA World Rally Championship per anni e prevediamo che porterà la stessa energia e dinamismo alla promozione del rallycross

Anche il nuovo manager di WRC Promoter Jona Siebel è stato prodigo di speranza ed attesa verso l’inizio della collaborazione:

Il World Rallycross si trova all’inizio di un futuro innovativo e pionieristico. Vediamo un forte potenziale di crescita in tutte le aree e WRC Promoter è lieta di essere all’avanguardia di una serie incentrata sulla tecnologia sostenibile e sulla mobilità elettrica.

Il Rallycross offre emozioni e brividi mozzafiato e noi costruiremo nuove basi per creare una piattaforma coinvolgente e progressiva per il nostro pubblico globale e i nostri partner

Copyright: Jaanus Ree/Red Bull Content Pool

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *