WRC - Dani Sordo rimane in Hyundai per un altro anno. In futuro un ruolo manageriale per lui?

L'importanza di Dani all'interno del team è tale da rendere questa ipotesi molto plausibile

La notizia, è che Dani Sordo ha firmato per un altro anno (o sta per farlo) con Hyundai e parteciperà ad alcune gare del WRC 2022 con la nuova i20 Rally1. Manca l’ufficialità, ma dalla Spagna questo accordo viene dato per certo. Tuttavia dietro questa scelta, potrebbe esserci un’opportunità per  Dani Sordo potrebbe continuare a rimanere in altri ruoli.

A di là delle sue prestazioni, comunque ottime, a far colpo è la costanza del suo rendimento, essenziale per il campionato costruttori, che gli hanno fatto guadagnare l’appellativo di “Mister Consistency” proprio da parte di Andrea Adamo.

Ma ci sono anche altre doti di Dani Sordo che valgono quasi quanto le sue capacità al volante, che forse non tutti conoscono e che possono aprirgli le porte ad un ruolo manageriale al termine della sua esperienza da pilota.

la sua esperienza continua infatti ad essere una miniera d’oro sotto molti aspetti. Ad esempio, Dani è il pilota incaricato di effettuare il roll out e di testare prima di far correre tutte le vetture che partecipano ad ogni rally. Ha anche agito come intermediario ed è stato fondamentale negli acquisti di Sebastien Loeb e Ott Tanak. È l’uomo in più in ogni circostanza e, grazie alle sue doti di comunicazione, riesce a rendersi sempre indispensabile.

Anche in questo caso, Sordo farà un programma parziale, molto probabilmente condividendo la terza vettura con Oliver Solberg, il fiore all’occhiello tra i giovani in Hyundai, a cui Dani ha già iniziato a insegnare molte cose e lo ha anche portato come navigatore nel test prima del Rally dell’Acropoli.

Anche Ford aveva infatti offerto un posto a Sordo, così come Toyota gli ha fatto qualche avance, ma Dani ha preferito restare nella squadra con cui gareggia da otto stagioni. “Sono la mia seconda famiglia”, ha riconosciuto in numerose occasioni, il rapporto con Adamo è molto buono e ora ha un altro spagnolo, Pablo Marcos, che ha corso come copilota con il cantabrico (in una partecipazione che ha fatto a Tenerife con la Xsara Kit Car), in qualità di Team Manager. Ci sono molte ragioni quindi non solo per cui Dani ha scelto di rimanere in Hyundai, ma ce ne sono almeno altrettante per cui Hyundai potrebbe offrirgli un ruolo anche quando la sua carriera di pilota sarà finita. Con queste carattiristiche Dani Sordo sembra proprio un predestinato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *