WorldRX - Spa - Kristofferson in solitaria vince in Belgio. Gli Hansen corrono ai ripari.

Lo svedese continua la scalata verso la cima della classifica regolando i fratelli di Peugeot. Ottimo Szabo terzo.

Il round belga era partito con Abbring, Timmy Hansen e Kristofferson a spartirsi le qualifiche con Gronholm a fare da comprimario.

La semifinale 1 vedeva una carneficina in cima alla Eau Rouge: Timmy Hansen veniva spinto dal fratello Kevin addosso ad Abbring che aveva avuto una partenza al fulmicotone, con l’olandese ritiratosi con una sospensione piegata; anche Scheider parcheggia la sua Seat dopo avere aperto una ruota posteriore.

Subito dopo l’arrivo Timmy Hansen sapeva benissimo che quello che aveva fatto (seppur parzialmente involontariamente) era una cosa che gli sarebbe costata cara e infatti è subito andato da Abbring a scusarsi. E poco dopo è infatti arrivata la penalità di 5 secondi che lo ha fatto scivolare all’ultimo posto della finale. Personalmente avremmo visto bene una penalità anche per Kevin Hansen, reo sia di aver dato vita alla carambola che di aver centrato volontariamente (o di non aver fatto niente per evitare l’impatto) la ruota posteriore sinistra di Abbring. Ma evidentemente i commissari hanno deciso che una penalità per il Hansen era abbastanza.

Nella seconda semifinale, Kristofferson metteva in chiaro le gerarchie tenendo dietro Gronholm che, dopo un contatto con lo svedese,  rischiava di finire sulle barriere, andando in scioltezza a vincere.

Nella finale non ce n’è per nessuno: ‘JK’ regola Kevin Hansen e l’ungherese Szabo, al primo podio stagionale.

Ora la classifica si presenta così:

Il weekend di Spa marcava la fine dell’Europeo RX1: la vecchia conoscenza del Mondiale da avere zero test ad inizio stagione arriva a vincere il campionato con la Skoda Fabia di ES Motorsport.

Copyright: Jaanus Ree / Red Bull Content Pool

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *