DOVI in Gallura..

E’ lunedì, è finito un bel week end all’insegna del caldo dell’afa e di sport. Dalla finale di Champions alla F1. Week-end di riposo invece per la MotoGP, ma non per i piloti che tra allenamenti e appuntamenti di qualsiasi natura sono sempre impegnati in ogni angolo del pianeta. Il romagnolo Andrea Dovizioso ha passato il fine settimana in Sardegna, ma non su una spiaggia di Porto Cervo ma bensì sulla Crucitta, luogo simbolo del rally italiano.

Qui, il pilota forlivese della Ducati, in compagnia del due volte campione del mondo Sebastien Ogier (presente al Gran Premio d’Italia al Mugello, dove ha visitato box Ducati e il box di Valentino Rossi), ha girato sulla sua VW Polo WRC iridata, dove al termine dell’avventura su Instagram ha scritto: “Oggi sono stato passeggero di Seb Ogier sulla sua Polo VW. È stato indubbiamente il momento più adrenalinico e pauroso della mia vita!! Difficile da descrivere! Grazie davvero #SebastanOgier e #JulianIngrassia”.

Dovizioso è un appassionato di rally, ha partecipato due volte al Rally di Monza e una volta al Motor Show, nel 2011, “sono arrivato in finale perdendo da Solberg, ma in semifinale avevo battuto Latvala, che aveva la mia stessa Ford. Però lì è tutto più facile, perché il fondo è misto e basta guidare dolcemente”, spiegò all’inviato della “Gazzetta dello Sport”.

Verso ora di pranzo è salito nell’abitacolo della Volkswagen Polo guidata Ogier, giro di circa 16 minuti, e finita l’avventura ha dichiarato: “È la cosa più terrificante che abbia mai fatto! Altro che MotoGP. Qui la strada è stretta, ci sono sassi da tutte le parti e si danno delle botte pazzesche. Vedevo un sasso enorme e pensavo “lo evita”, invece niente, dentro. Si fa tutto a una velocità che non riesci nemmeno a descrivere. È una sensazione intensissima”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *