Miki Biasion apripista d'eccezione al Rally Due Valli

Il due volte campione del mondo sarà alla guida della 124 Abarth sulla ps1

Miki Biasion

Manca ormai poco più di una settimana all’ultimo appuntamento del CIR, il Rally Due Valli. La gara veronese sarà l’ultimo e decisivo appuntamento del campionato italiano, con il trio Andreucci, Campedelli, Scandola a giocarsi il titolo. Ad arricchire una gara che si preannuncia ricca di emozioni ci sarà un apripista d’ eccezione, nientemeno che Miki Biasion.

Il campione del mondo rally 1988 e 1989 svolgerà proprio il ruolo di apripista nella giornata di venerdì, quando in programma è prevista la prima prova spettacolo, la “Skoda Città di Verona”. Il pilota di Bassano del Grappa sarà al volante di una 124 Abarth, messa a disposizione dalla concessionaria L’Automobile di Verona. Con lo stesso esemplare di vettura Miki correrà il prossimo Rally Italia Sardegna, come annunciato qualche giorno fa.

Essendo ambasciatore del marchio Abarth, Biasion ha accettato volentieri l’invito, grazie al quale si cimenterà sulla prima ed inedita prova speciale della gara veronese. Dopo tre anni in cui i concorrenti del Rally Due Valli hanno affrontato la salita delle Torricelle come prova inaugurale, gli organizzatori hanno predisposto per questa edizione qualcosa di veramente nuovo. La prima speciale della gara scaligera si correrà infatti nel parcheggio del Palazzetto dello Sport di Verona, per un tratto complessivo di circa 1 chilometro cronometrato. Qui i protagonisti del CIR si cimenteranno in uno spettacolare testa a testa, preceduti ovviamente da Miki Biasion in veste di apripista.

Tuttavia per il pilota vicentino questa non è la prima esperienza in veste di apripista in quel di Verona. Nel 1989 infatti, anno del secondo titolo mondiale, Miki svolse lo stesso ruolo con la Lancia Delta Integrale, vettura che gli regalò il bis iridato.

Ricordiamo che, oltre che per il CIR, il Rally Due Valli avrà validità anche per il Campionato regionale, il Campionato italiano rally auto storiche ed il Trofeo tre regioni di regolarità sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *