WRC - Sebastien Ogier: "Sarà un Corsica impegnativo. Il futuro nei rally? Due anni e chiudo!"

Il campione del mondo in carica è pronto per il prossimo Tour de Corse, ma ne ha approfittato anche per tornare su un tema molto delicato

E’ stato un inizio di stagione indubbiamente positivo quello di Sebastien Ogier, tornato in Citröen dopo sette anni e sei titoli iridati. La stagione sì è aperta col successo al Montecarlo e in Messico, mentre il Rally Sweden anche in questa stagione è da mettere nel dimenticatoio. Nonostante ciò il francese è risalito al secondo posto nella classifica del mondiale, a sole quattro lunghezze da Ott Tanak e pronto a giocarsi tutte le sue carte in vista del prossimo appuntamento iridato.

Proprio in questi giorni il pilota Citröen ha svolto dei test in Corsica, e i colleghi di Corse Mattin né hanno approfittato per fargli una bella intervista:

Ciao Seb! Citroën rimarrà probabilmente la Tua prima e ultima squadra nel WRC. Oggi ti abbiamo visto in azione nelle strade di “casa”, come sono andati i test?

Si, è stato un ritorno a casa. Per quel che riguarda i test, ogni strada scelta presenta delle importanti caratteristiche tecniche, simili a quelle che potremmo trovare in gara. Abbiamo fatto una sessione molto intensa di test, dobbiamo arrivare alla partenza a Porto Vecchio con l’auto al 110%.

Qualcuno sussurra che non hai ancora piena familiarità con la macchina, però hai già raccolto due vittorie?

Sì, è stato un inizio di stagione grandioso. Ho l’impressione, un po’ come l’anno scorso, di aver sfruttato al meglio queste prime tre gare. In Svezia, è sempre la stessa storia, la posizione di partenza anche quest’anno non ci ha aiutato. Anche in questa stagione Ott e Thierry sono velocissimi, sarà una bellissima battaglia per il titolo, dove l’affidabilità delle vetture sarà fondamentale.

Torni in Citröen dopo diversi anni, quali sono i tuoi obiettivi?

Abbiamo un obiettivo solo e tutti lo sapete! Dobbiamo lavorare a fondo per portare a casa il titolo, l’avvio stagionale è stato positivo per adesso. Due vittorie e il podio di Esapekka in Svezia.

Il Tour de Corse è stato rinnovato al 75%, cosa ne pensi di queste novità?

Il fatto di andare incontro a così tante novità, mi piace! Sarà tutto nuovo per tutti così. Dovremo scoprire queste novità in soli due passaggi di ricognizione. Sarà fondamentale la stesura delle note.

Quale sarà il tuo futuro nei rally?

Ribadisco che il mio futuro nel rally non andrà oltre i due anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *