La storia dello spettatore-meccanico che salvò il Rally Argentina 1998 di McRae-Grist

Consigli semplici ed efficaci per finire la gara a suon di scratch

Nella storia dei rally il ruolo degli spettatori è da sempre controverso: da un lato si vorrebbe raggiungere sempre più pubblico per alimentare l’intero movimento, dall’altro si cerca da sempre di tenere la gente “a debita distanza” per fare in modo che lo spettacolo prosegua senza intoppi.

Nella stagione 1998 il ruolo di uno spettatore divenne essenziale ed è proprio la storia che vi vogliamo ricordare.

Rally di Argentina, equipaggio Subaru 555 ufficiale composto da Colin McRae e Nicky Grist. Lo scozzese è sempre andato fortissimo sulla difficile terra sudamericana ed è tra i favoriti per la vittoria finale al cospetto di rivali come Auriol, Makkinen, Sauna, Burns, il nostro Liatti, Thiry e Kankunnen.

Dopo aver brillato in giornata 1 e tenuto sulla 2, restando in bagarre con Makinen per la vittoria finale, Colin prova ad alzare l’asticella.

Sulla SS15 La Toma – Giulio Cesare da 22.26 km Colin forza per provare a vincere ed esce dalla prova con una ruota bloccata da un braccetto piegato per una toccata. Prova a proseguire verso la SS16 ma durante il trasferimento lo pneumatico scoppia.

Si decide di provare a smontare la sospensione, cercando di recuperarla. E qui entra in segna uno spettatore dalle spiccate doti di “pronto soccorso meccanico”. Colin riesce ad estrarre il braccetto che sembra irrimediabilmente compromesso.

A quel punto uno spettatore inizia ad impartire “ordini” all’equipaggio, consigliando di usare un sasso per raddrizzarlo. Sassi via via più grossi ma senza risultati.

Fino al consiglio di usare una pietra piatta che porta alla soluzione.

La ruota riprende a girare e il suo britannico si fionda sulla SS 16 El Condor – Copina, pagando ritardo al CO. La gara è compromessa ma in quelle condizioni precarie Colin stacca il miglior tempo, tra l’incredulità sua e di tutto il circus mondiale. Vincerà anche la prova successiva.

Non riuscirà comunque a recuperare nell’ultima giornata, finendo quinto assoluto. La gara andrà a Makinen su Sainz e Kankkunen ma l’episodio rimarrà nella memoria di tanti appassionati con la passione per la meccanica.

Nel video il racconto dell’episodio su Eurosport:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *