La prima volta - Scatti di Rally

Edgar Cesinaro inchioda sullo schermo il campione Ogier e la Fiesta

Scatti di Rally è la rubrica dedicata alle più belle foto dei nostri lettori, raccontate dal direttore Alex Alessandrini e descritte tecnicamente da Marco Passaniti, fotografo di rally professionista. Un modo diverso per raccogliere istantanee e consegnarle alla storia.

Se ti vuoi mettere alla prova inviaci il tuo miglior scatto alla mail scattidirally@rallyssimo.it , raccontacelo e potresti essere il protagonista dell’uscita della prossima settimana.

N.B. La proprietà intellettuale dello scatto resterà tua ed inseriremo il logo solo per proteggerlo. Solo gli scatti migliori saranno pubblicati.

Autore dello scatto

Edgar Cesinaro

Era la mia prima volta ad un rally mondiale e non vedevo l’ora che passassero le vetture per immortalarle, avevo dato particolare attenzione alla Fiesta di Ogier poiché posseggo la stessa vettura
un po’ meno potente e feroce. Beh, inizio a scattare a raffica mentre un sole cocente batte sulla mia testa, il pubblico si imbizzarisce e manda anche qualche maledizione al campione lamentone, sento
arrivare le prime pietre a distanza di qualche metro un rombo lancinante ed è gia finito tutto. Una manciata di secondi dura il passaggio, poi solo la polvere che ti avvolge e rende tutto nero, mentre a
pochi metri senti ancora la sua presenza scoppiettante; quando riapro gli occhi e controllo il piccolo schermo, vedo un toro aizzante che scalcia come se avesse vita propria sul terreno sardo ed il suo cowboy che cerca di tenerlo a bada dosando il gas.

Il racconto di Alex

Pagherei per ricordarmi con precisione o per avere una foto della prima volta al mondiale rally. Uno scatto che mi faccia riassaporare la trepidante attesa, le mani di mio padre sulla spalle pronte a proteggermi, il fischio del commissario e quel primo enorme brivido che non avrebbe mai più smesso di attraversarmi dentro. Provo invidia per Edgar e per questa foto che gli ricorderà per sempre uno dei momenti di sport più belli della sua vita.

Il commento tecnico di Marco

Non farò un commento tecnico di questo bellissimo dettaglio della Ford di Ogier, perché mi interessa molto di più la spiegazione dell’autore. Lui stesso ci racconta della forte emozione
provata durante lo scatto, momenti vissuti quasi in apnea. Non so se il risultato è quello che lui desiderava, ma da come ce lo racconta, per Edgar sarà sicuramente una foto speciale, ed è per
questo che lo diventa anche per me. Bravissimo.

Lo scatto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *