Test Skoda Fabia RE - X1: prima vettura da rally totalmente elettrica (VIDEO)

L'esordio in gara dovrebbe avvenire in occasione del primo appuntamento del Campionato Austriaco

Il mondo dei rally sta per assistere ad una vera e propria rivoluzione. Nei giorni scorsi sono iniziati i test della Skoda Fabia RE-X1, la prima vettura da rally completamente elettrica. Il progetto è stato sviluppato dal team Baumschlager Rallye & Racing in collaborazione con Kreisel Eletric, e dopo un leggero ritardo a causa della pandemia, il prototipo Skoda è pronto per fare il suo esordio in gara. Esordio che dovrebbe avvenire nel Campionato Austriaco, il quale apre le proprie porte alle vetture elettriche già nel 2021.

Per quanto riguarda le prestazioni la vettura dovrebbe disporre di un motore capace di erogare ben 335 CV, mentre il peso si aggirerebbe intorno ai 1330 Kg. Sarà inoltre importante capire quanto la nuova Skoda Fabia RE-X1 reggerà l’autonomia. A questo proposito Kreisel ha rassicurato sul fatto che l’auto potrà tranquillamente prendere parte al campionato e che quest’ultimo va perfettamente incontro alle esigenze di autonomia e ricarica della vettura.

Di tutt’altro parere si è dimostrato Manfred Stohl titolare della STARD, azienda impegnata da anni sul fronte dell’elettrico, la quale dispone di un esemplare di Citroen C3 Rally2 Eletric :

Se si guarda a tutti i programmi ÖRM (Campionato Austriaco) del 2019, al momento non è possibile prendere parte ad un rally in maniera competitiva senza adeguare i regolamenti sportivi. Durante i trasferimenti gli organizzatori dovrebbero garantire un distacco tra i 10-15 minuti tra una prova e l’altra, in modo da permettere all’auto elettrica di potersi caricare. Kreisel non può nemmeno caricare in quattro minuti: è necessaria l’autorizzazione per effettuare la ricarica nei riordini o in assistenza.

Bisogna anche dire che se le parti meccaniche sono conformi al regolamento Rally2, il problema sarà quello di riuscire a trovare il giusto compromesso prestazionale con le Rally2 spinte da un motore termico. Tutto ciò ha già fatto scatenare diverse polemiche, visto il grande potenziale dei motori elettrici. Inoltre appaiono all’orizzonte ancora diversi punti interrogativi per quanto riguarda la ricarica e l’aspetto della sicurezza, due temi che sarà interessante vedere come verranno trattati dalla Federazione.

Infine Philipp Kreisel in merito alla versione elettrica della Skoda Fabia Rally2 Evo ha dichiarato ai microfoni di Rallye-Magazin:

Abbiamo investito la maggior parte dei soldi nello sviluppo del kit rallycross, di cui saremo fornitori per il campionato del mondo in futuro. L’auto può essere costruita in modo tale da costare quanto una versione a benzina Rally2, ma ovviamente ci sono costi molto più alti all’inizio dello sviluppo.

E per quanto riguarda gli obiettivi ha aggiunto:

Non vogliamo perdere, l’ambizione di tutti è vincere. Il 2021 sarà per noi un anno di apprendistato, ma vogliamo dare prova di poter tenere il passo giusto.

Si vocifera che siano già pronti due esemplari per il campione austriaco Raimund Baumschlager e per lo stesso Kreisel. Nei prossimi giorni vi daremo maggiori informazioni a riguardo.

 

Di seguito il video del test della nuova Skoda Fabia RE-X1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *