WRC - Si allarga il programma mondiale di Teemu Suninen con M-Sport

Per lui almeno 9 gare con la Fiesta WRC Plus quest'anno

Il giovane pilota di rally finlandese, Teemu Suninen, ha confermato che quest’anno parteciperà alla maggior parte dei rally nella serie del campionato del mondo. Prima dell’inizio della stagione, Suninen aveva firmato un accordo con M-Sport per solo sei rally WRC . Lo avevamo già anticipato un po’ di tempo fa, ma solo ora Suninen stesso l’ha annunciato a Rallit.fi.

Ci saranno sicuramente almeno nove rally. Mi è stato già detto dopo l’Arctic Rally che il numero iniziale di rally sarebbe potuto aumentare. La squadra ha trovato più soldi da qualche parte o qualcosa del genere. Se posso guidare di più, allora non mi interessano i dettagli, ma sono felice di sentire che il team è stato soddisfatto della mia corsa.

Evidentemente, al di là dell’ottavo posto, il team di cockermouth ha apprezzato l’attitudine di Teemu nell’affrontare la gara, specialmente dopo il pesante crash del Monte. Sicuramente al momento Suninen è la migliore opzione che M-Sport abbia “in house”, visto che Greensmith non sembra in grado ancora di sfruttare il potenziale dell’auto e che Fourmaux non ha l’esperienza necessaria per poter dire la sua in RC1.

È possibile che Suninen sia presente anche nella terza tappa della stagione in Croazia. In precedenza, questa possibilità non era stata menzionata, perché Gus Greensmith e Adrien Fourmaux sono i piloti designati per le Fiesta WRC di M-Sport in Croazia .

Il finlandese non ha cofermato che guiderà in Croazia, ma non lo ha nemmeno negato. Molto probabilmente non avrà una WRC a Zagabria bensì una Ford Fiesta Rally2. È anche possibile che si sieda al volante di una Fiesta Rally3 nuova di zecca.

Voglio andare lì per prendere esperienza con il tracciato e prendere le note. Se la tappa croata sarà prevista anche nei prossimi anni, è bene fare conoscenza con le prove. Inoltre, potrei affinare la mia collaborazione con il nuovo navigatore Mikko Markkula.

Suninen, a dispetto delle sue origini scandinave, si è sempre trovato bene sull’asfalto e se si presentasse in WRC2 sarebbe un brutto cliente per chiunque.

 

Photo Credit: Jaanus Ree – RedBull

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *