Storia del Rally di Sanremo

Ripercorriamo le principali edizione della gara più prestigiosa del nostro campionato nazionale

McRae Sanremo1997

Perché Sanremo è Sanremo. Proprio così, ma ovviamente non parliamo del Festival della canzone italiana, ma del rally. Una tappa che ha fatto storia, una certezza a livello di spettacolo e spessore in questo mondo. Ancora oggi riecchieggia l’eco delle edizioni passate in cui la gara ligure rappresentava l’Italia nel campionato del mondo rally, prima di lasciare spazio alla Sardegna. Ripercorriamo in breve i passaggi storici più importanti.

Nato nel 1928, corso anche l’anno seguente fu sospeso per essere poi ripreso nel 1961 con il nome di Rally dei Fiori dalla tradizione cittadina. Dal 1972 al 2003, la manifestazione è stata nel calendario del Campionato Mondiale Rally, ad eccezione del 1995, quando l’evento è stato nel Campionato Mondiale per costruttori vinto poi dal nostro Piero Liatti su Subaru Impreza.

Tuttavia, nel 2004 il Sanremo perde il titolo di Rally d’Italia, che da allora è appannaggio del Rally di Sardegna. biasion sanremo

Dal 2004 ad oggi, fa parte dei calendari del campionato europeo e italiano rally. In questi anni abbiamo visto tanto spettacolo, nomi illustri conquistare la vittoria tra cui svariati piloti italiani, come per esempio “il Drago” Munari (1974) su Lancia Stratos HF, passando da Antonio Fassina (1979) anch’egli su Lancia Stratos, continuando con Miki Biasion il quale detiene il maggior numero di vittorie per un pilota italiano al Sanremo (3 vittorie: 1987,1988,1989) a bordo della fantastica Lancia Delta. Chiudiamo la rassegna di vincitori di casa nel ormai lontano 1993.

franco cunico ford escort sanremo 93

Data che verrà sicuramente ricordata per la conquista da parte di Gianfranco Cunico del rally di Sanremo, ottenuta con un team privato (Promotosport). Cunico sarà il secondo pilota italiano (dopo Fassina) a vincere una gara di mondiale utilizzando una vettura privata, stiamo parlando della Ford Escort RS Cosworth.

Questo rallLiatti_Alessandrini sanremo 95y che si presentava un misto di asfalto e ghiaia, si trasformò poi nel 1997 in un rally interamente percorso su asfalto. Nel 2005 è stata reintrodotta la prova speciale della Ronde di Monte Bignone, sospesa dal 1985. Consiste di uno dei tratti cronometrati più affascinanti della storia del rallysmo italiano, e con i suoi 44 km è uno dei più lunghi al mondo. La prova si svolge di notte e tocca i comuni di Perinaldo, Apricale, Bajardo e le frazioni di Sanremo Coldirodi e San Romolo.

Dal 2006, è anche una gara valida per l’Intercontinental Rally Challenge.

Assolutamente da ricordare le vittorie di due odierni big WRC. Parliamo di Kris Meeke alla guida di Peugeot 207 nell’ anno 2009 e Thierry Neuville con la medesima auto nel 2011.

Le due vittorie sono state intervallate nel 2010 dal trionfo del nostro Paolo Andreucci sempre su 207. Andreucci aggiunse quella vittoria alla precedente del 2006 ai tempi al volante di Grande Punto Abarth. Lo scorso anno, 2017, aggiunge per la quinta volta il suo nome nell’albo d’oro sempre con Peugeot. Una vittoria schiacciante sugli avversari da parte dell’equipaggio Andreucci-Andreussi, replicata anche nell’edizione del 2018. Nel 2020 la gara non è stata disputata per via del maltempo che aveva reso impraticabili le prove.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *