WRC - Rally Acropolis: Colpo di scena nel Wrc3. Yohan Rossel squalificato!

Problemi di omologazione che sono costati la squalifica al francese e un ammenda per Citroen Racing

Colpo di scena che arriva dalle file Citroen Racing. Yohan Rossel è stato squalificato dal Rally dell’Acropoli a causa di problemi di omologazione con la sua Citroën C3 Rally2, consegnando la vittoria WRC3 al rivale del titolo Kajetan Kajetanowicz.

Rossel si è diretto in Grecia in testa al campionato, sapendo che battere Kajetanowicz avrebbe aumentato significativamente le probabilità di vincere il titolo.

Quarto di classe dopo il primo giorno, mezzo minuto dalla vetta, le sue possibilità sembravano scarse, ma una guida ispirata sabato mattina lo ha spinto in un vantaggio che ha debitamente convertito in vittoria. Ma Rossel e il copilota Alexandre Coria sono stati espulsi dall’11° posto in classifica a causa del controtelaio non a norma secondo i regolamenti FIA.

La parte è risultata pesare 12.950 g invece del peso omologato di 12.245 g. C’è una tolleranza dalla FIA di +5% o -2%, ma il peso del controtelaio di Rossel ha superato il peso massimo consentito. Curiosamente però, al Rally di Sardegna – dove Rossel ha vinto anche nel WRC3 – il controtelaio della sua C3 è stato trovato con la stessa inconformità alle verifiche finali, pesando due volte 12.707 g e 12.708 g.

Tre dei telai ausiliari di Rossel sono stati trovati non conformi e quindi sono stati rispediti al fornitore a parte il telaio ausiliario 99, quello montato sull’auto di Rossel in Grecia, perché Rossel si fidava della misurazione del peso dalla Sardegna. In un documento degli steward si legge:

“Nel Rally Italia Sardegna è stata inflitta a Citroën Racing una sanzione di 30.000 euro di cui 15.000 euro applicati con sospensione della pena, salvo ulteriore infrazione di analoga natura – errore di controllo qualità – in qualsiasi evento WRC fino alla fine della stagione WRC 2021.

Il sig. Arbonnier [Citroën Racing] ha dimostrato, con soddisfazione dei commissari, di aver adottato tutte le misure ragionevoli per risolvere il problema che si era verificato al Rally Italia Sardegna.

Il fornitore dei telai ausiliari è stato incaricato di pesare attentamente tutti i prodotti prima di inviarli ai clienti, questo è stato chiarito molto chiaramente al fornitore da Citroën Racing secondo Arbonnier.

Gli steward hanno quindi concluso :

Citroën Racing non ha reiterato un’ulteriore violazione del controllo di qualità scadente che invocherebbe la parte sospesa della sanzione” applicata in Italia a maggio. Di conseguenza, gli steward hanno ritenuto che fosse “responsabilità del solo concorrente” assicurarsi che il controtelaio fosse conforme all’omologazione

Credit: DirtFish.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *