Toyota 'preoccupata' per il post-Ogier

Il direttore tecnico di Toyota, Tom Fowler, è consapevole che Toyota accuserà il semi ritiro di Ogier nel 2022

Il direttore tecnico di Toyota, Tom Fowler, ha ammesso, durante l’intervista ai microfoni di Dirtfish.com, di essere preoccupato per ciò che accadrà dopo il semi-ritiro di Sebastien Ogier nella prossima stagione.

Il sette volte campione mondiale, dopo aver concluso la stagione 2021 nel WRC, ha scelto dei programmi part-time in Endurance e con la nuova Yaris Rally1 che debutterà nel 2022.

Durante la sua intervista Fowler ammette che:

Ovviamente è una situazione preoccupante per il team quando si perde un pilota chiave.

Sarà più facile da accettare un ritiro di un pilota, rispetto che vederlo andar via per un’altra macchina o per un aumento di stipendio.

Siamo preoccupati di non avere Ogier con noi per tutte le gare del 2022, anche se fortunatamente lo avremo con noi almeno per alcune gare. Sono sicuro che sarà ancora con il gruppo di Toyota e sarà disponibile ad aiutarci.

Dichiarazioni che sono in netto contrasto con quelle effettuate dall’ex team principal Malcom Wilson. Nonostante l’ammirazione che ha sempre dimostrato nei confronti del pilota transalpino, il direttore delle vendite di M-Sport ha azzardato, sempre ai microfoni di DirtFish, che un campionato senza di lui potrebbe molto più divertente e con maggiori sconti ravvicinati.

Fowler aggiunge inoltre che:

Alcune volte Séb fa dei rally incredibili. Il rally di Sardegna del 2021 è uno di questi.

Si, tutte quelle voci sull’essere il primo a percorrere le prove speciali è noioso, ma bisogna guardare le performance. Non ha senso ciò che ha fatto partendo dalla posizione in cui è partito lui.

Questo è ciò che può fare. Bisogna anche fare un confronto con il rally di Ypres. Tutti hanno parlato per mesi interi della vittoria del rally e delle prove di Thierry Neuville. Questo è noioso.

Comparatelo con ciò che ha fatto Ogier in Sardegna. La cosa bella che ha Sèb è come spinge. Quando non deve spingere, dagli onboard, sembra come se guidasse in maniera molto tranquilla, ma quando è al massimo è come se fosse uscito da un film.

Sicuramente, ci mancherà tutto questo.

Toyota, vedrà ai nastri di partenza della stagione 2022 l’esperto Elfyn Evans ed il giovane Kalle Rovanperä. La terza macchina verrà divisa tra Ogier e molto probabilmente da Esapekka Lappi, con voci di corridoio che dicono che guiderà la nuova Yaris per ben 13 rally. Il pilota finnico dovrà dimostrare, con il suo ritorno sulla Yaris al Rally Finland, il proprio potenziale e di meritare il terzo sedile della Toyota.

 

Photocredit: DirtFish.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *