Rally Targa Florio, tutto fermo alla PS3! PS4 cancellata in attesa di notizie ufficiali

Dopo lo shakedown e la speciale serale “PS1 Città di Collesano” di 1,80 km, corsa ieri sera alle 22,30 che ha visto trionfare il pilota Skoda Umberto Scandola con la Fabia R5 davanti a Campedelli e Andreucci, oggi parte la vera e propria giornata intera di gara e lo fa con la PS2 “Gratteri 1” di 13,80 km.

Prova bagnata in alcuni tratti e solo umida in altri a complicare le cose ai piloti. Fatto sta che la prima speciale di giornata è vinta dal grande Paolo Andreucci che domina questa prima prova staccando già sensibilmente Campedelli e Scandola che lamentano subito problemi di scivolamento eccessivo. Il toscano con la sua Peugeot 208 T16 balza già in testa alla classifica e dopo aver rifilato 11,5 secondi al duo inseguitore vanta già una decina di secondi di vantaggio nella generale su Umberto Scandola.

Quarto di speciale e di generale il pilota di casa Andrea Nucita con Skoda Fabia R5 che, al termine, ha dichiarato di non aspettarsi condizioni così complicate e di aver corso non prendendo rischi inutili. Rusce a bordo di Ford Fiesta R5 è quindi ma staccato dai precedenti.

La mattinata di gara continua con la PS3 “Piano Battaglia 1” di 14,30 km. Confermato con il miglior tempo anche se provvisorio per Paolo Andreucci che, nel giorno del suo 52° compleanno stacca ulteriormente Simone Campedelli e Umberto Scandola. Il romagnolo Orange1 con l’ottimo tempo di speciale scavalca il veronese della Skoda.

La prova è stata poi fermata al n.29, ma ancora non sappiamo le precise motivazioni. Si parla di incidente che ha richiesto l’intervento dei soccorsi all’interno della prova ma non vi sono ancora state comunicazioni da parte dell’organizzazione.

La PS4 “Castelbuono 1” di 14,90 km è stata cancellata e sarà percorsa in trasferimento. Vi terremo aggiornati appena sapremo qualcosa di più..

AGGIORNAMENTO!!! La gara è ufficialmente cancellata a seguito dei tragici eventi. Qui il comunicato ufficiale dell’organizzazione.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *