Rally e modellismo: Intervista a Laura Zampieri

Andiamo a scoprire il talento della giovane Cusiana

Ed eccoci anche oggi a parlare di modellismo. Solitamente quando parliamo di modellismo parliamo della vera e propria costruzione dell’intera auto, dai minimi dettagli della livrea al logo perfetto. Oggi vi voglio parlare di una ragazza, che proprio di quei minimi dettagli che vi parlavo prima, ne è specializzata. Proprio perché ha deciso di creare modellini di auto incidentate e non solo…. Una ragazza di 20 anni, di Casale Corte Cerro in provincia di Verbania che ha saputo trasformare una passione in professione. In un piccolo laboratorio realizza modellini in scala 1:43, 1:24 e 1:18, proprio tali e quali a come la abbiamo trovate dopo averle viste schiantarsi o capottarsi. Ho deciso di incontrare Laura per una breve intervista.

Ciao Laura, innanzitutto ti ringrazio per la disponibilità. La prima domanda che voglio farti è, come e quando ti sei avvicinata al mondo del rally?

Ciao David , sarà un piacere rispondere alle tue domande. Mi sono avvicinata al mondo delle competizioni in genere condividendo una passione comune con Francesco (compagno di mia mamma) seguendo i vari campionati italiani di rallycross e autocross che si svolgono all’autodromo di Maggiora e a seguire i rally di ”casa nostra”.

“Per quale motivo hai voluto immergerti nel modellismo, e soprattutto perché quelle incidentate?”

Al mondo del modellismo invece sempre per ”colpa” di Francesco; Due anni fa quando andavo ancora a scuola (ho frequentato il Liceo Artistico) nel tempo libero che avevo andavo in laboratorio da lui e lo aiutavo a fare qualche modellino.. All’inizio era solo un passatempo, col tempo è diventata una vera e propria passione.. proprio per questo motivo è stato necessario aprire una attività, Mmcrash dove oltre a riprodurre modellini personalizzati, produciamo anche modellini incidentati.. Quest’ultimi sono un’idea di Francesco, tanto che io non ci ho ancora messo mano: ci vuole ancora un po’ di tempo prima che io riesca a fare dei lavori così bene .. Questa idea è nata dal fatto di mettere in commercio qualcosa che nessuno facesse, e possiamo ritenerci soddisfatti in quanto qualche pilota famoso come Gigi Galli ha riconosciuto come ottimo il lavoro prodotto.. Ricordo che produciamo incidenti dove l’equipaggio ne è uscito indenne.

A quale modellino sei più affezionata?

Il modellino al quale sono più legata è sicuramente il mio primo fatto tutto da sola ..Si tratta di un Mitsubishi Evo 9, (allego foto sotto) , il pilota Gurschler soddisfatto del lavoro me ne ha fatti fare più pezzi, tanto che ne ho uno tutto mio nella mia collezione.

Quali sono le difficoltà che hai riscontrato in questo lavoro?

Le difficoltà che ho riscontrato in questo lavoro sono per lo più legate all’uso dei materiali come la cera o la resina.. Usiamo questo tipo di materiali perchè oltre a riprodurre modellini personalizzati riproduciamo anche modellini di KARTCROSS e BUGGY, e sembrerebbe che quest’ultimi non li faccia ancora nessuno al mondo.. L’idea e il vero e proprio progetto è stato realizzato da Francesco, tengo a precisarlo, perchè se oggi ho un lavoro è per merito suo.

Essendo un progetto molto particolare, qual è il tuo obiettivo in futuro?

”Il mio obiettivo futuro è quello di ingrandirmi come azienda ,facendolo rimanere sempre un lavoro esclusivamente ARTIGIANALE , e portare sul mercato nuovi prodotti come Kartcross, Buggy e crash”

Chiudendo, hai qualche ringraziamento e saluto da fare?

Ringrazio Francesco che vedendo la mia passione verso questo lavoro mi sta dando una mano a crederci sempre di più ringrazio anche te David per avermi contattata e per avermi dato la possibilità di esporre e di parlare dei nostri lavori e grazie a tutti i lettori di Rallyssimo

Ed eccovi una bella gallery con alcuni dei fantastici modellini realizzati:

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Commenti

  • Paolo

    Bravissimi! realizzano vere opere d’arte! questo vuol dire essere capaci di trasformare una passione in un lavoro bravi Laura e Francesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *