Andreucci - Andreussi confermano la presenza nel CIR

Si va avanti con la Peugeot 208 T16 alla ricerca del sigillo nazionale numero undici

Dopo un inverno di pensieri, ipotesi, tentennamenti e varie soluzioni si è arrivati al dunque: Paolo Andreucci sarà al via del campionato italiano rally, sempre navigato dalla compagna Anna Andreussi e sempre alla guida della Peugeot 208 T16 ufficiale.

Il pilota toscano non ha mai fatto mistero della sua voglia di provare a calcare palcoscenici diversi (erano forti i rumours che lo volevano in un programma tra ERC e WRC) ma alla fine pare prevarrà la spinta di Peugeot Italia che vede in Paolo la sua punta di diamante e pilota di riferimento sia in termini prestazionali che di sviluppo. La sostanza del discorso è che, anche se si sta guardando con sempre più attenzione alle nuove leve (vedasi i programmi per Pollara e De Tommaso) allo stato attuale delle cose la coppia Ucci – Ussi è la migliore per cercare di contrastare gli avversari che si fanno sempre più agguerriti.

Resta da capire se Peugeot inserirà comunque la possibilità di calcare un po’ il palco internazionale (WRC2 in Sardegna?) ma al momento non ci sono notizie in questo senso. Dunque attendiamo il comunicato ufficiale da parte del team ma è praticamente cosa fatta: la vettura numero 1 nel CIR sarà nuovamente la 208 T16 di Paolo e Anna.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Commenti

  • Maurizio

    Il più grande di sempre ancora al Cir….grande Paolo.

  • Giuseppe

    Che tristezza. È proprio ridicola la situazione. Dopo più di 20 anni che solca le stesse prove cosa vorranno dimostrare.
    Quale è il senso della probabile o eventuale vittoria?
    Apparte che quest’anno non c’è rovanpera a ceder posizioni…
    Va be auguroni ai fenomeni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *