Erc - Rally di Cipro: la "grande sfangata" di Galatariotis, pilota di casa.

Il cipriota vince una gara sensazionale piena di colpi scena: dietro Magalhaes e Herczig

Abbiamo lasciato alle spalle oramai il weekend scorso con una clamorosa bagarre all’ultimo respiro tra due piloti che si stanno contendendo il primato nella classifica del WRC, e ci troviamo a parlare quest’oggi di una gara altrettanto bella altrettanto emozionante, ma soprattutto con colpi di scena pazzeschi. Sembrerà strano, ma anche questo weekend ci ha regalato uno scenario mozzafiato, il campionato rispetto allo scorso appuntamento è diverso ma i decimi che distano tra il primo e il secondo posto sono davvero pochi. Proprio come il Sardegna.

0″6 secondi. Simos Galatariotis vince uno straordinario Rally di Cipro sfruttando la foratura del leader Nasser Al-Attiyah nella PS finale, riuscendo tra l’altro ad arrivare alla fine di una Ps con una gomma a terra. Ma la cosa che dovrebbe fare ancora di più piacere all’esperto pilota è che erano anni che un cipriota non vinceva a casa propria. A pagare questo minimo distacco è il leader provvisorio della classifica generale Bruno Magalhaes, che con grande caparbietà è riuscito a portare un altro grande risultato dopo la vittoria del Rally di Acropoli, mentre a chiudere il podio è l’ungherese Herczig che a bordo della sua Skoda Fabia soffia il podio qatariota Al-Attiyah, davanti quindi a Orhan Avcioğlu (Toksport WRT), per la prima volta in Top5.

Nota storta per il giovane pilota finlandese Juuso Nordgren che nel corso della PS2 è uscito di strada abbandonando così ogni tipo di possibilità per concorrere in posizioni importanti. Ecco le immagini

Sesta e settima piazza per il ceco Vojtéch Štajf (ACCR Czech Team) e l’ungherese Dávid Botka (Sysinfo Rallye Team), che hanno a lungo combattuto con Albert von Thurn und Taxis per il sesto posto. Per il tedesco da segnalare anche i primi punti del 2018, mentre nona piazza per Petros Panteli (Q8 Oils Rally Team), vincitore della Classe ERC2, e in Top10 risale anche Alexandros Tsouloftas dopo una grandissima rimonta che gli consente di portarsi a casa pure il bottino della “Golden Stage”.

Per quanto concerne la classe ERC3 si aggiudica la vittoria il francese Laurent Pellier, che ha dominato quasi tutte le prove in programma tranne una vinta dalla spagnola Emma Falcon nonostante anche una foratura in tappa 2, a bordo della Peugeot R2 DEL Saintéloc Junior Team. Cede quindi il primato al francese Muradian che ha dovuto incappare in una rottura della sospensione, e grande bagarre tra Televantos che porta così sul podio la Ford Fiesta R2 del Q8 Oils Rally Team per la gioia dei tifosi di casa, mentre il debuttante Norbert Bereczki chiude terzo con la sua piccola Suzuki Swift R1.

Ed infine, vi regaliamo le immagini salienti di questo quarto appuntamento stagionale, targato ERC. Alla prossima!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *