Wrc: Mads Ostberg fiducioso per un posto in Citroen nel 2019

Il norvegese conta di essere ancora nel circus e a bordo della vettura che ha guidato quest'anno

Che Citroen fosse al centro dell’attenzione in questo periodo era cosa nota, considerando i primi test dei nuovi piloti proprio in questi giorni. Se Sebastien Ogier ed Esapekka Lappi stanno naturalmente attirando su di loro tutta l’attenzione mediatica e non solo, il team francese è  al lavoro per schierare ancora qualche carta per il 2019.

Come già comunicato qualche settimana fa, la squadra di Satory starebbe infatti pensando di allestire una terza vettura per la prossima stagione, con il fine principali di giocarsi al meglio le proprie opportunità anche nel mondiale costruttori. Un passo comunque non semplice, in quanto dopo due ingaggi di un certo calibro, il budget non è certo dalla parte di Budar e soci, ma d’altra parte fondamentale per competere su tutti i fronti. Indipendentemente da tutte queste variabili, tra cui il tipo di programma cui potrebbe essere destinata questa vettura, anche i possibili candidati sono lontani dall’essere definiti. Passando dalle solite voci sul futuro di Sebastien Loeb, tra di essi ci sono sicuramente i piloti titolari di questo 2018, uno su tutti Mads Ostberg.

Il norvegese, nonostante una situazione non proprio agevole, è ancora convinto di poter trovare spazio in un ambiente giocoforza rivoluzionato dall’ingaggio di un sei volte iridato e da una promettente promessa, entrambi inseguiti a lungo. D’altronde Ostberg è stato il migliore tra i piloti Citroen nelle gare a cui ha partecipato, dopo l’ingaggio quasi insperato a partire dalla Svezia e reso ufficiale in seguito all’appiedamento di Meeke a partire dal Portogallo. Due podi, in Finlandia e nell’appuntamento conclusivo in Australia, sono stati i punti clou della sua stagione, vissuta tra molti alti e bassi al volante di una vettura apparsa molto imprevedibile se non condotta da un pilota di nome Sebastien Loeb. A tratti apparso molto veloce, sono arrivati anche parecchi momenti negativi come quelli della Germania, Turchia e Galles ma nonostante ciò Mads è convinto di meritarsi una chance per il 2019 alla pari dei suoi colleghi che hanno ottenuto un sedile.

Certo è che, nonostante tutte le buone premesse ed i relativi propositi, la situazione è tutt’altro che rosea per il nordico, che potrebbe essere anche inserito in un programma parziale per l’eventuale terza vettura. Gli altri nomi spaziano da Craig Breen al “solito” Loeb, inserito in ogni voce riguardante il mercato piloti Citroen, ma sul quale sono sorte parecchie ombre dopo le volontà espresse da Ogier, nominato di diritto caposquadra. Insomma, pare proprio che in Citroen si attenda un inverno a due volti, con il programma di sviluppo impegnato per preparare al meglio il 2019 con Ogier e Lappi, e la questione terza vettura che dovrà trovare una sistemazione cronologica non troppo lontana. Con Ostberg e compagnia costretti ad aspettare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *