Dakar, Ottava tappa: Loeb vince la frazione, ma Al-Attiyah vede il successo generale sempre più vicino

La terz'ultima tappa di questa edizione 100% Perù ha visto un'altra vittoria del driver alsaziano, mentre il qatariano All-Attiyah è ormai sempre più vicino al terzo trionfo. Peterhansel invece perde ancora molto tempo

Quest’oggi si è disputata la frazione numero otto per quanto concerne questa Dakar 2019, da San Juan de Marcona a Pisco, 360km tutti sulle dune che hanno creato molti problemi specialmente di insabbiamento tra tutte le categorie, con anche tra le auto dei big che ne hanno fatto le spese.

Dopo i problemi accusati nella giornata di ieri, il successo nella tappa odierna è andato ancora una volta Sèbastien Loeb. Il “cannibale” alsaziano ha dimostrato di non aver più nulla da dimostrare a bordo della sua Peugeot 3008 DKR privata PH-Sport, e che questo tanto sperato successo non arriverà solo a causa di sfortuna e roadbook incomprensibili della direzione gara.

Semplicemente sbalorditivo quest’oggi il “principe del deserto” e forte rallysta Nasser Al-Attityah, a bordo della sua Toyota Hilux Overdrive V8 ufficiale. Il qatariota, nonostante l’unica necessità del controllare la gara, non si è lasciato scappare un bel secondo posto, staccato di 7’27, grazie anche alla navigazione quasi impeccabile dell’esperto francese Mathieu Baumel.

Al terzo posto, staccato di 15’15, un ottimo Jakub Przygonski, a bordo della sua Mini Countryman JCW. Il polacco probabilmente avrebbe potuto essere ancora in corsa per il podio senza i problemi al cambio di due giorni fa. Dietro di lui, in quarta piazza di tappa ha chiuso Giniel De Villiers, col sudafricano di Toyota che ha pagato 15’55 dal compagno di squadra, risultato comunque buono che dà morale nonostante l’alta classifica generale sia ormai fuori portata. Continua invece la sua costante e notevole gara lo spagnolo ex-motociclista Nani Roma, a bordo della sua Countryman ufficiale, quinto, con 15’57 subiti dalla testa ma con un notevole balzo in classifica generale, che lo vede ora secondo.

Dopo la vittoria nella tappa di ieri, che lo aveva rilanciato in ottica generale, Stephane Peterhansel è stato autore di un’altra tappa negativa, confermando il suo andamento ad alti e bassi in questa edizione 2019. Il francese di casa Mini si è insabbiato due volte con la sua JCW Buggy, perdendo addirittura 31’41 da Loeb e passando in quarta posizione generale.

Nella classifica assoluta, continua il suo dominio la Toyota Hilux ufficiale guidata da Nasser Al-Attiyah: Il pilota arabo ha dichiarato a fine prova di essere in totale controllo della gara, ribadendo l’assoluta volontà di arrivare a Lima, giovedì, da indiscusso trionfatore, per la sua terza volta in carriera. Nonostante zero vittorie di tappa, Nani Roma si trova comunque al secondo posto generale, grazie all’assenza di errori, ed a bordo della sua Mini Countryman ALL4 ufficiale by X-Raid con cui paga paga 46’29 dalla vetta. Lo spagnolo è comunque tutt’altro che tranquillo sul mantenere il podio a causa del “placcaggio” da parte di piloti molto pericolosi che sono molto vicini in classifica.

Sèbastien Loeb, navigato da Daniel Elena, sta dimostrando ancora una volta la sua grande capacità di guida, e solo degli episodi particolari, in primis i problemi elettrici di ieri ed il roadbook errato di tappa tre, lo hanno tolto dalla lotta per la vittoria assoluta. In ogni caso domani sarà una tappa molto importante per l’alsaziano, in quanto con la sua 3008 DKR si trova a 46’45, con solo pochi secondi di ritardo dalla seconda posizione.

Dopo tanti giorni in vetta Stephane Peterhansel è sceso dal podio della generale, a bordo della sua Mini JCW Buggy. Troppi errori quest’anno per il tredici volte vincitore di Dakar, che valgono ben 53’30 di ritardo in classifica. Rimane quinto nella generale un deluso Cyril Despres, cinque volte campione tra le moto, che fa ancora fatica ad abituarsi alle auto, e le 2h, 15′ e 27 secondi di ritardo parlano da sole, a bordo della sua Mini JCW Buggy ufficiale. Il francese è inoltre insidiato a solo qualche minuto dalla Countryman privata del polacco Przygonski. Il francese dovrà stare molto attento.

Tra gli equipaggi italiani, Camelia Liparoti si trova nel WP2 sul suo UTV Yamaha, come la Ford T150 T2 dei “SSS” Andrea Schiumarini, Andrea Succi e Massimo Salvatore che ha già passato il primo waypoint, in questa avventura davvero senza fine, sperando riescano anche oggi tutti i nostri equipaggi a resistere alle grandi difficoltà peruviane.

E domani sarà l’ultima tappa davvero difficilissima per questa Dakar 2019, con partenza ed arrivo situati nella città di Pisco, e nell’intermezzo ben 313 chilometri di speciale da percorrersi.

Come al solito vi ricordiamo la visione alle ore 23:30 dello speciale Eurosport Dakar condotto da Nicola Villani e la diretta all’1:00, se siete ancora svegli, su RedBullTV. A domani!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *