Anche Stephane Sarrazin al via del Global Rallycross Europe 2019

Nuova esperienza per il polivalente pilota francese in questa stagione

Continua ad arricchirsi di nomi importanti la nuova stagione del Grc Global Rallycross Europe. Dopo Hayden Paddon ed Alexander Wurz un altro nome altisonante del motorsport mondiale sarà tra le file di questa interessante serie: stiamo parlando di Stephane Sarrazin.

Il pilota francese, uno dei più versatili nella storia delle corse avendo corso dalla Formula 1, all’Endurance, Wrc ed anche Formula E correrà con una inedita Pantera Rx6 curata dal team Mjp Racing, spinto verso questa nuova esperienza proprio dall’ex collega Wurz. Per il quarantatreenne si tratterà del debutto nella disciplina, dopo aver corso con qualsiasi tipo di vettura nella sua carriera; una nuova avventura che porta con sé parecchi stimoli e voglia di fare bene:

Sono sempre alla ricerca di nuove sfide, e quando ho scoperto il Global Rallycross Europe grazie a Wurz ho subito pensato che avrei dovuto sperimentarlo. Mi è sembrato molto eccitante fin da subito, soprattutto per il fatto di sfruttare insieme le mia abilità di guida su asfalto e sterrato. Non è stato troppo difficile trovare gli sponsor, anche per dei costi più bassi, e non vedo l’ora di provare questa vettura, che sarà un mostro in confronto a quelle con cui ho corso recentemente.

Il primo appuntamento stagionale sarà subito un’occasione importante per Sarrazin, dato che si correrà in Francia sul circuito di Dreux, dove i tifosi locali lo identificheranno sicuramente come idolo di casa. Un evento che tutti i protagonisti di questo campionato avranno modo di preparare grazie ai test in Austria ad inizio maggio, prima del round inaugurale alla fine di giugno. L’innesto di un simile pilota non può che lasciare soddisfatto anche il Ceo della serie, Max Pucher:

In Francia il rallycross è molto seguito, e quindi è fantastico avere un pilota locale di livello presente fin da subito in griglia. Dimostra che ci sono ancora piloti come Stephane che cercano scenari internazionali a costo più contenuto.

Sarrazin andrà quindi ad aggiungere un altro tassello al suo già incredibile curriculum. Partendo dalla Formula Renault francese, che ha vinto nel 1994, è arrivato fino in Formula 1 disputando il Gran Premio del Brasile nel 1999 con la Minardi, prima di fare il tester per la Prost e Toyota. Lasciate le monoposto ha avuto discreto successo anche con i prototipi, concludendo per quattro volte secondo la 24 Ore di Le Mans e vincendo il titolo della Le Mans Series nel 2007 e 2010. Per quanto riguarda i rally, Stephane ha corso 20 gare mondiali, vestendo i panni di driver ufficiale Subaru dal 2004 al 2006. Dopo un breve periodo in Australia nel V8 Supercars ha anche corso quattro stagioni nella Formula E.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *