Rally d'Italia Sardegna: Paddon resiste, incalza Ogier

Conclusa la prima giornata del rally di casa nostra fino a questo momento caratterizzato da sorprese a raffica. Al comando del WRC la giovane terza guida su Hyundai i20 Hayden Paddon, capace di sfruttare bene la partenza arretrata il mattino e altrettanto bravo a mantenere il passo nel pomeriggio.

Gara durissima come preannunciato in terra di Sardegna con le vetture sottoposte a fortissimi stress derivanti da tracciati sconnessi e tanti sassi in mezzo alla strada. Il baby neozelandese é inseguito da vicino dal campione del mondo in carica Ogier costretto a fare da battistrada ma capace di approfittare degli errori dei suoi rivali per il mondiale. Su tutti Latvala, che sbaglia sulla PS 7 e gli cede il secondo posto, e Meeke, fuori dopo pochi chilometri.

Ritiro anche per Mikkelsen che urta la posteriore destra e lascia per strada la sospensione della sua Polo. Benino Hyundai con Neuville attento a non commettere errori mentre sfortunato Sordo che perde una ruota nell’ultima prova quando era quarto. Gara di contenimento per Ostberg, attento a non commettere errori e salvaguardare il secondo posto nel mondiale.

Per l’Italia male Bertelli alle prese con continui fastidi tecnici, mentre autentico spettacolo la coppia Andreucci – Andreussi che comandano il WRC 2 ed hanno portato gli avversari diretti ad autoescludersi con un passo difficile da sostenere senza osare. Altrettanto bravo Andrea Crugnola su Renault Clio che guida il WRC 3 su Sunninen. 

Domani giornata intensissima con ben 9 speciali da compiere, tra cui le famosissime Loelle, Monte Lerno e Monti di Alà.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *