WRC, Thierry Neuville al termine del Rally Portogallo

"Orgoglioso del secondo posto, ottimo risultato dopo il Cile!"

Non era facile salire nuovamente in macchina dopo il brutto schianto che ha visto coinvolto l’equipaggio Neuville-Gilsoul in Cile. L’equipaggio è tornato ed è sembrato subito pronto, conquista un buon secondo posto che lo tiene ancora saldamente in lotta per il mondiale.

Sentiamo dunque cos’ha detto a fine gara il pilota belga, Thierry Neuville: 

Venendo qui dopo il grosso incidente che ci ha coinvolti in Cile, non potevamo sapere come poteva andare la gara. Appena sceso in strada ho comunque sentito che tutto andava bene e non c’era affatto paura. Ho fatto dei test e la velocità era buona. Nella prima fase ero troppo prudente perché non volevo certo finire subito la gara e ho lasciato ben undici secondi. E ‘stata piuttosto una sorpresa, ma abbiamo risolto rapidamente, abbiamo apportato alcune modifiche alle impostazioni e nella terza fase, avevamo un buon ritmo. Comunque sia non avrebbe cambiato il risultato. Ott è stato sempre più veloce di noi e noi eravamo sempre al limite. Sono però molto orgoglioso del secondo posto.

Il risultato ottenuto non è affatto scontato. Ho pensato che Kris stava facendo un grande rally. Anche lui era quarto sulla strada di venerdì e stava facendo un buon lavoro. Ho rallentato un po ‘, ho cambiato le impostazioni per provare qualcosa in vista della Sardegna e funzionava. Così abbiamo spinto un po’ di più e poi ci siamo trovati con un vantaggio di 7,5 secondi dopo il suo problema. Non bisogna mai arrendersi e dare le cose per scontato. Ha

L’obiettivo sulla Power Stage è stato quello di ottenere il punteggio massimo, pur stando in occhio e difendendo il posto in classifica.

Hyundai mi ha aiutato molto ad ottimizzare le mie possibilità, ma sottolineo che non abbiamo fatto nulla di proibito. Abbiamo cercato di stare uniti come squadra e abbiamo cercato di prendere quello che potevamo. Il secondo posto e i quattro punti sul Power Stage sono un buon risultato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *