CIR Sardegna (day1) - Va a Crugnola gara1, out Campedelli

Una prima gara combattuta per quanto riguarda il Campionato Italiano Rally

Centoventisei i chilometri di questa prima di due gare nell’ambito del Campionato Italiano Rally inserito nel Rally Italia Sardegna 2019, la quale ha riservato non pochi colpi di scena e sorprese, nonostante i soli cinque iscritti al CIR ASSOLUTO.

La giornata è iniziata subito con una battaglia assidua sulla SS3, che ha visto Giandomenico Basso (Skoda Fabia R5) subito davanti, ma con solo un secondo su Andrea Crugnola (Skoda Fabia R5), cinque su Simone Campedelli (Ford Fiesta R5) ed otto sulla Citroen C3 R5 di Luca Rossetti, con Alessio Profeta (Skoda Fabia R5) più staccato.

Sulla SS4 un SOS ha costretto ai tempi imposti Basso e Campedelli, mentre nel quinto tratto ancora tutti vicini, ed una classifica a metà gara con Andrea Crugnola in testa, seguito da Campedelli a 6.3, da Rossetti a 22.2 e da Basso a 25 secondi, con Profeta ad oltre tre minuti.

Nel corso della SS6 è proprio Profeta a vivere il suo incubo, strappando una sospensione alla sua Fabia R5 in un taglio dovendosi ritirare, mentre Simone Campedelli e la sua Fiesta R5 arancione hanno mostrato gli artigli portandosi in testa con quasi un minuto di vantaggio nei confronti di Basso, Rossetti e Crugnola, tutti vicinissimi.

Sebbene il vantaggio accumulato fosse sufficiente per effettuare, dopo l’annullamento della PS7, le ultime due speciali del giorno in totale controllo, nel corso dell’ottavo passaggio cronometrato Simone Campedelli e Tania Canton hanno cappottato la loro Ford Fiesta R5, senza conseguenze per l’equipaggio, buttando via un bottino considerevole di punti.

La classifica dopo la prova, vinta da Rossetti, dunque, recitava Crugnola, Rossetti ad 8”5 e Basso a 14”6, lasciando tutto da decidere alla speciale conclusiva.

E sulla Monte Baranta 2 a comandare è stato nuovamente Andrea Crugnola, che ha colto il primo successo stagionale a bordo della Skoda Fabia R5 di HK Racing seguito da Luca Rossetti, Citroen C3 R5 Citroen Italia, a 15”3, e da Giandomenico Basso, a bordo della sua Skoda Fabia R5 Dp Autosport/Loran, il quale ha chiuso staccato di 26 secondi netti.

Nel Campionato Italiano Rally Junior vittoria per Giuseppe Testa, autore di una gara davvero ottima.

Questo dunque l’epilogo di questa quarta gara stagionale CIR, che vale 0,75 di coefficiente, mentre domani ci sarà già la quinta con i 142km di prove del day2 nell’ambito del Rally Italia Sardegna 2019. A domani!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *