Wrc: Ogier a caccia di punti fondamentali in Turchia

Il campione del mondo è di fronte ad un weekend decisivo per la sua stagione

Non è finita finché non è finita. E’ questo il motto con cui Sebastien Ogier e Citroen Racing affronteranno il Rally di Turchia, quart’ultimo appuntamento del campionato del mondo rally ma, per certi versi, già decisivo.

La compagine francese è infatti reduce da un “trittico” decisamente poco soddisfacente, con lo zero della Sardegna, il weekend opaco della Finlandia e quello ancor meno positivo della Germania. Il tutto per un totale di 23 punti in tre gare, che contro i 65 accumulati da Tanak parlano da soli. Con una situazione di classifica che vede il sei campione iridato a – 40 dalla vetta, è chiaro come tutti i rally da qui alla fine possano significare la resa definitiva del pilota di Gap. Mai nella sua carriera Seb si è trovato cosi’ in difficoltà sia a livello di classifica che di prestazione pura con la sua vettura, ma la storia di questo sport insegna che i ribaltoni sono una cosa tutt’altro che impossibile.

E un rally duro ed imprevedibile come quello turco potrebbe essere il primo passo per provare a risalire la china:

Ho bisogno di un risultato consistente questo fine settimana, abbiamo bisogno di punti per non vedere le nostre chance affievolirsi sempre più. Ci siamo trovati in situazioni migliori, ma non ci arrendiamo. In un rally come questo tutto può succedere, non puoi mai avere tutto sotto controllo. Le condizioni potrebbero essere a noi favorevoli soprattutto nella prima tappa, ma se le cose dovessero mettersi male sarebbe praticamente la nostra fine. Un nostro risultato negativo combinato con un buon piazzamento per Ott sarebbe sicuramente il tramonto delle nostre speranze. Sono qui per vincere ed è la sola cosa a cui sto pensando.

Lo scorso anno il Rally di Turchia non fu esattamente da ricordare per Ogier, che si ritirò nella tappa di sabato pomeriggio dopo aver riparato praticamente da solo un problema alla sospensione sulla sua Fiesta Wrc. Per Tanak, invece, fu fondamentale nella sua rincorsa verso il titolo, con la serie di tre vittorie consecutive che l’estone punta a ripetere anche in questo 2019.

Il terzo contendente al titolo, Thierry Neuville, è invece fiducioso in vista della Turchia, nonostante il divario di 33 punti dall’estone:

Non ci sono rimaste molte chance. Abbiamo davvero bisogno di più punti rispetto a Tanak, dobbiamo provarci. Affrontiamo questa gara con buone sensazioni e penso che questo fine settimana sarà positivo. Finiremo davanti a Tanak.

Che la bagarre abbia inizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *