WRC - Malcolm Wilson: "Ibrido? Costi folli, si snatura il DNA dei rally e si perdono i giovani"

Lo "zio" dice la sua sull'ingresso dell'ibrido dalla stagione 2022

La rivoluzione per il Mondiale Rally arriverà nella stagione 2022, anno in cui entrerà l’ibrido. L’utilizzo di quest’ultimo, già criticato da diversi appassionati, ha visto aggiungersi anche i commenti contrariati del patron di M-Sport,  Malcolm Wilson.

Wilson afferma che l’avvento dell’ibrido nel WRC, farà schizzare i costi sul milione di euro a vettura, un costo folle, paragonabile a cinque vetture di classe R5.

La paura di Wilson, non è relativa solo al costo spropositato delle nuove tecnologie, ma si correrebbe il rischio di perdere una filiera, quella dei giovani che troverebbero ostacoli insormontabili per buttare giù dei programmi di crescita nella classe regina.

Questa l’analisi di “zio” Wilson:

Le auto sarebbero troppo costose, sarebbe snaturare il DNA dei rally. Penso sia da pazzi, guidare una vettura da un milione di euro sulle strade dissestate dell’Argentina, bisogna ragionare, perché anche con le vetture attuali lo spettacolo non manca. Il prezzo delle attuali R5, che per intenderci sono le auto che vedete nel WRC2 e WRC3 si aggira sui 190/200 mila euro.

A me preoccupa, quello che potrebbe accadere nel 2022, si rischia seriamente di perdere la filiera dei giovani e questo non possiamo permettercelo, il rischio che questi ragazzi dopo il WRC2 si perdano è altissimo, perché andrebbero a sbattere su ostacoli altissimi per mettere in piedi un budget per alcune gare con le vetture della classe regina. Attenzione però, già al momento i costi sono altissimi, in passato con le vecchie Fiesta eravamo arrivate a vendere anche 14 auto, mentre negli ultimi tre anni né abbiamo vendute appena cinque. Quindi la FIA deve decidere il regolamento e ascoltare tutte le voci, non solo alcune.
Il rischio che corre il WRC è quello di perdere altre case, mentre penso sia difficile, che possano esserci nuovi ingressi.

Non sono contro l’ibrido, questo potrebbe essere sviluppato sulle R5, abbiamo tante case che hanno questo tipo di vettura, ma le altre case da questo lato pare non vogliano sentirci. Le auto di oggi sono aggressive, veloci e sexy e dobbiamo continuare su questa strada con queste auto. Oppure con le R5, magari con ali aerodinamiche più grandi e un sistema ibrido.

Insomma, bella presa di posizione quella del boss M-Sport. Voi come la pensate? Siete pro o contro l’avvento dell’ibrido nei rally?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *