CIWRC - Il Rally della Marca rinviato al 2021

I postumi del Coronavirus annullano una delle manifestazioni storiche del CiWRC

Il Rally della Marca non accenderà i motori nel 2020: è la nota diffusa dagli organizzatori a mettere la fine definitiva all’edizione di quest’anno della gara trevigiana.

Già da qualche giorno serpeggiava sui social la notizia, ma ora è arrivata l’ufficialità.

Sentiamo dunque le parole in merito al rinvio da parte del presidente del Motor Group, Gigi Brunetta:

Ci abbiamo sperato tanto, ma purtroppo non ci sono le condizioni per confermare l’appuntamento. Chi ci conosce sa bene con quale passione e dedizione abbiamo sempre organizzato il Marca, e come siamo sempre stati in grado sinora di rispettare il cronoprogramma della nostra struttura organizzativa. Percorso, autorizzazioni, personale, ecc., tutto pronto con congruo anticipo rispetto alle date fatidiche. Stavolta, però, la corsa ad ostacoli è carica d’incertezze e, di fatto, inaffrontabile nel poco tempo a disposizione. Desidero ringraziare tutti quanti si sono prodigati fino ad ora, la Federazione, gli sponsor e le autorità del territorio che ci hanno dato supporto. E’ un momento triste, nondimeno guardiamo avanti con ottimismo. Sono certo che torneremo più forti e risoluti

La macchina organizzatrice capitanata da Gigi Brunetta aveva ritrovato Valdobbiadene come città di partenza ed arrivo del rally oltre a verifiche e parco assistenza: quasi 120 km di prove speciali su poco più di 350 complessivi avrebbero atteso gli equipaggi iscritti; la classica Monte Tomba, la ‘lunga’ Cesen e Forcella Mostaccin ancora in senso inverso, anticipate dallo Zadraring il venerdì sera.

Il CIWRC potrebbe quindi partire con il Rally di Alba in programma tra l’1 e il 2 agosto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *