WRC | Rally Sardegna, 2a giornata - Ogier: "Fin'ora un weekend perfetto", Evans: "Strade molto impegnative", Neuville: "Non sono riuscito a fare di più"

La parola ai protagonisti della seconda giornata di gara

Dopo una scoppiettante seconda giornata di gara al Rally Italia Sardegna, rispetto a ieri, è cambiato tutto. A due settimane di distanza si ripete il dramma in casa Hyundai, con Tanak ancora una volta tradito dalla sospensione mentre era saldamente al comando, e Sordo che sbaglia e sbatte regalando la seconda piazza ad Evans.

Dopo una prima giornata capolavoro, Sebastian Ogier è stato bravo e fortunato a sfruttare le disgrazie altrui, mette le mani sulla prima pizza e, di fatto, sulla vittoria finale. Il francese ora ha un comodo vantaggio sul compagno di squadra Evans, e solo un imprevisto potrebbe togliergli il piacere della vittoria. Queste le sue parole:

Fin’ora è stato un weekend perfetto per noi. Ieri siamo stati molto competitivi e oggi abbiamo fatto tutto quello che dovevamo fare. Stamattina abbiamo avuto un buon passo e una diversa strategia di gomme, che ha pagato. Le possibilità di prendere la testa della gara non dipendevano solo da me, ma alla fine ci siamo riusciti. Poi abbiamo avuto un ottimo pomeriggio dove siamo riusciti ad estendere il gap. Ora possiamo guidare con più sicurezza. Domani ci saranno un paio di prove nuove, quindi dobbiamo stare concentrati fino alla fine.

In seconda piazza è salito Elfyn Evans, che dopo l’errore di Sordo si ritrova ad essere il primo inseguitore di Ogier. Il suo ritardo è però di circa 40 secondi, e molto probabilmente il gallese baderà soprattutto a tenere dietro Neuville e a segnare punti pesanti in ottica costruttori.

Oggi abbiamo fatto un passo avanti rispetto a ieri. Abbiamo lavorato duro per superare le difficoltà, ma ora sono molto contento della macchina. Le strade erano molto impegnative e i nostri avversari hanno avuto diversi incidenti, e con il nostro ottimo passo ora siamo secondi. Domani dovremo comunque fare del nostro meglio: sarà sfidante passare sulle nuove prove, ma non vedo l’ora.

Dopo un’altra giornata difficile Thierry Neuville si ritrova per le mani un insperato terzo posto. Il belga però non è soddisfatto della sua prova, e ha dichiarato di non essere mai di fatto riuscito ad entrare in ritmo:

Il gap da Elfyn è abbastanza grande. Ho provato ad avvicinarmi, ma semplicemente non avevo la velocità necessaria. Abbiamo provato diversi setup, abbiamo cambiato gli ammortizzatori e altre cose, ma non siamo mai riusciti a mettere insieme tutti i pezzi del puzzle. Ho faticato molto ad essere competitivo pur avendo la sensazione di essere sempre al limite. Non sono riuscito a fare di più, ma domani proveremo a dare il massimo e vedere cosa possiamo salvare da questo weekend.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *