Hyundai i20 Rally2: il debutto a Ypres! Sarà anche l'auto per il FIA Rally Champions World Tour

La nuova nata di casa Hyundai scelta dalla FIA per la sua nuova iniziativa che coinvolgerà giovani talenti della specialità

Ott Tänak, Craig Breen, Oliver Solberg e Jari Huttunen l’hanno sviluppata e seguita fin dagli albori. Ora, per la nuova nata di casa Hyundai Motorsport, si tratta di iniziare a “camminare da sola”.

Asfalto, terra, neve. La nuova i20 per la categoria Rally2 è stata messa alla frusta su ogni tipo di terreno per saggiarne le potenzialità e tirar fuori il meglio da ogni sua componente. Germania, Italia, e Svezia i paesi toccati per i test, ma il teatro per il suo debutto sarà alla fine l’asfalto belga di Ypres a metà agosto.

Hyundai non ha ancora reso noto i nomi di chi avrà l’onere e l’onore di portarla al debutto in gara nel World Rally Championship in Belgio, ma la scelta ricadrà molto probabilmente su Oliver Solberg e Jari Huttunen.

Pronta anche per il FIA Rally Champions World Tour

La nuova i20 Rally2, che subentra alla i20 R5, è stata anche scelta come vettura per la nuova iniziativa congiunta di Hyundai Motorsport e l’organo della federazione che si occupa di scoprire e far crescere nuovi talenti dai campionati nazionali. L’accordo sembra essere al momento su base triennale e ha come obiettivo quello di favorire l’ingresso nel mondiale di talenti provenienti dai continenti extra europei.

La nuova iniziativa, denominata FIA Rally Champions World Tour, offrirà come premio ai vincitori dei campionati di Africa, Asia-Pacifico, CODASUR, Medio Oriente, e NACAM, una gara sulla nuova i20 in un evento del mondiale. Non è invece prevista la partecipazione al progetto dei vincitori dell’ERC.

Il tutto partirà quest’anno, con i vincitori che potranno usufruire quindi del premio all’interno della stagione 2022. I vincitori delle annate 2022 e 2023 saranno invece a bordo della i20 nelle successive annate 2023 e 2024.

Le gare a cui parteciperanno i vincitori saranno man mano concordate, ma l’intenzione è quella di scegliere eventi in modo che i vincitori possano trarre il massimo beneficio dall’iniziativa.

Andrew Johns, responsabile del reparto corse clienti di Hyundai, si è detto molto soddisfatto dell’iniziativa, visto che la scoperta e il lancio di nuovi talenti è uno degli obiettivi primari del reparto da lui diretto:

La versatilità della categoria Rally2 come classe di passaggio dai campionati nazionali e regionali a quello mondiale, ci permette di seguire e supportare i vari equipaggi attraverso la loro carriera.

Ci sono un sacco di talenti che gareggiano nei campionati regionali e il FIA Rally Champions World Tour offrirà loro l’opportunità di mostrare le loro abilità ad un livello superiore.

Sul tema è ovviamente intervenuto anche Yves Matton, che ha spiegato come il progetto diventerà una via di ingresso per gli equipaggi non europei ai massimi livelli della competizione:

Tutto questo porterà ad una maggiore varietà nel World Rally Championship e genererà una copertura mediatica ancora maggiore. Questo perchè prevediamo la partecipazione dei beniamini locali alla loro gara di casa o comunque del loro continente. Il tutto ovviamente a bordo della nuova Hyundai i20 N Rally2.

Cosa ne pensate di questa nuova iniziativa? Scrivetecelo nei commenti.

Credit: WRC.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *