WRC - Toyota verso il Baltico. Latvala "Test sul punto debole del 2020".

Ogier "Difficile vincere in questo 2021". Evans "Estonia non 'Plus' ultra". Rovanpera "Serve avere fiducia nell'auto ed in se stessi"

Il round numero 7 del Mondiale segna l’ingresso delle veloci strade estoni, interessante sorpresa del 2020, quando fu il primo evento post lockdown.

Toyota arriva con un avvio di stagione fulminante, dismostrando che la Yaris può ancora fregiarsi di essere, se non la migliore, almeno la vettura più completa del lotto.

Il team principal Latvala assicura che la squadra ha lavorato per migliorare ancora nel punto debole che aveva ‘a Nord’:

Nei nostri test per questo evento ci siamo concentrati sulle strade più piccole e più tecniche che sono state un po’ una debolezza l’anno scorso, e penso che stiamo migliorando in questo senso.

So che tutti i nostri piloti saranno affamati di fare bene. È stata una stagione davvero positiva per noi fino ad ora e ora abbiamo bisogno di mantenere lo stesso grande lavoro durante la seconda metà dell’anno. Il Rally Estonia è una sfida molto diversa dal Kenya: questa è tutta una questione di velocità. Sappiamo che non sarà facile vincere lì, ma spero certamente che possiamo sfidare ancora una volta le prime posizioni.

Sebastien Ogier arriva da capoclassifica, ed il compito di pulire le ‘rotaie’ ai colleghi toccherà di nuovo a lui:

Il Rally Estonia è un rally impegnativo da vincere, soprattutto correndo per primi sulla strada, ma farò del mio meglio per continuare a segnare buoni punti. Certamente il terreno sarà molto più liscio che in Kenya, quindi possiamo davvero concentrarci sulla guida e sul provare a trovare i limiti. È sempre una sfida difficile essere al massimo su strade così veloci che abbiamo nel nord dell’Europa, ma penso che sia una sfida in cui ogni singolo pilota si diverte.

Aver vinto già quattro rally in questa stagione è fantastico e meglio di quanto ci si potesse aspettare. Vincere i rally in questo momento nel WRC è difficile perché la concorrenza è molto dura, quindi sono molto contento della nostra stagione finora.

Elfyn Evans è rammaricato per come è andato il Safari ma vuole riscattarsi immediatamente nelle strade velocissime:

Il Kenya non è stato un grande rally per me in termini di punti di campionato, ma dobbiamo metterlo da parte e concentrarci sul fare il meglio possibile in Estonia. Anche se al Safari c’erano alcune sezioni ad alta velocità, il Rally Estonia ha un carattere molto diverso.

Il tipo di prove che abbiamo là tira davvero fuori il meglio da questo parco macchine attuale, e guidare la Yaris WRC è sempre un’emozione fantastica su strade come queste. Sappiamo che la base della nostra macchina è generalmente molto buona nelle sezioni ad alta velocità , ma ci erano alcune cose che non abbiamo corretto al 100% per l’Estonia l’anno scorso, così nei test abbiamo cercato di ottenere l’auto migliore ed essere il più preparati possibile.

Il giovane Rovanpera cerca di ritrovare la ‘bussola’, dato che negli ultimi appuntamenti ha dato parecchio lavoro da fare ai meccanici:

Sono davvero impaziente di girare le cose in una direzione migliore per noi nella seconda metà della stagione, e penso che l’Estonia possa essere un buon evento per questo. Spero che avremo un buon feeling e un rally pulito, e poi speriamo di poter ricominciare ad avere buoni risultati.

Mi sono sempre piaciuti i rally veloci come l’Estonia. Ho guidato molto nei paesi baltici e hanno lo stesso tipo di strade veloci e scorrevoli della Finlandia. Mi si addice molto, e si può anche sentire che la Yaris WRC ama questo tipo di strade. È importante avere fiducia nella propria auto e in se stessi in un rally come questo o si può perdere molto tempo.

Copyright: Jaanus Ree/Red Bull Content Pool

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *