Europeo Montagna: Faggioli vince a Falperra, ma Merli si prende il record!

Terzo appuntamento del CEM 2018 e terzo vincitore diverso: Le cronoscalate europee promettono spettacolo in questo 2018!

In questo weekend, intervallato tra sabato 12 e domenica 13 Maggio 2018, si è corso in Portogallo, a Falperra, il terzo round dell’ European Hill Climb Championship 2018, sul velocissimo percorso iberico di 5200mt che prometteva ancora spettacolo, con nomi di tutto rilievo, tra tutti il Francese Sèb Petit (Norma M20 FC-Mugen) ed i nostri Simone Faggioli (Norma M20 FC Zytek) e Christian Merli (Osella FA30 Zytek/Fortech), con grandi nomi anche tra le GT ed il debutto di Stefano Crespi sul “fulmine verde” del Faggioli Team, vale a dire la loro Osella FA30 Zytek.

Dopo le prove, che hanno visto Merli in testa con circa 1 secondo di vantaggio, il Trentino ha commesso un errore nel primo intermedio di gara 1, perdendo circa 2 secondi ed arrivando in cima alla “Rampa” con 1.7 secondi di ritardo dal pluricampione europeo e non solo Simone Faggioli, ancora in gara con la sua Norma spec.2017 a causa di alcuni problemi che attanagliano ancora la specifica 2018 che prevede diverse evoluzioni.
Terzo invece si è classificato il francese Petit, ma lontano dai nostri due portacolori, pagando ben 6.6 secondi dall’ 1.49.0 messo a segno dal prim’attore toscano.

In manche 2, invece, Merli è salito all’ attacco, correggendo dei problemi di assetto verificatisi in gara 1, e facendo segnare il nuovo record in 1.47.890, pensate, con la media oraria di 173km/h!
Al secondo posto, pensate un po’, Simone Faggioli, che comunque con 1.49.171 ha mantenuto la testa della corsa per 4 decimi soltanto, portandosi a casa per la sesta volta in carriera la importante gara portoghese.

Nella generale, dunque, a seguire il tandem Faggioli-Merli, anche se decisamente più staccato, un Sèbastien Petit che forse qualcosina in più si aspettava dopo la vittoria in casa sul “suo” Col St.Pierre, pagando nel computo totale 10 secondi netti, ma chiudendo comunque tranquillamente a podio.

Un gradito ritorno nel mondo dell’ europeo salita, invece, ha animato la quarta posizione assoluta, con il Lussemburghese Guy Demuth che ha fatto il suo comeback a bordo del suo esemplare di Norma M20 FC Judd V8 di classe 3000, chiudendo a 17 secondi totali di distacco dalla testa.

E’ stato un buon quinto posto, alla fine, per il veterano e grande campione spagnolo Andres Vilarino, che con la sua Norma M20 F ha chiuso a soli 7 decimi da Demuth, precedendo la piccola ma agilissima BRC-BR53 di Javier Villa Garcia, primo anche della categoria 2000.

Per trovare ancora il tricolore, invece, bisogna scorrere fino alla nona posizione, ove il giovane driver di Livigno Andrea Bormolini si è fatto ancora una volta valere, dominando la categoria riservata ai Prototipi Nazionali CN a bordo della sua Osella PA20, con i tempi di 2.09.5 e 2.07.7, mentre proprio secondo di CN, e dodicesimo assoluto, ha chiuso un altro nostro portacolori, a bordo di una Osella PA21/S Evo, vale a dire il Bolognese Marco Capucci, che anche lui dimostrato buone prestazioni per tutto il weekend.

Buon quattordicesimo assoluto e secondo di E2SS per Gino “Pilotino” Pedrotti, a bordo della sua Tatuus Formula Renault, mentre ha terminato secondo di E2SH, con la sua evoluzione di “Carolina” ancora tutta da svezzare, Fulvio Giuliani, che a bordo della sua Lancia Delta è arrivato anche quindicesimo assoluto.

Tra le vetture GT, invece, vittoria per il locale Josè Correia, Nissan GT-R GT3, che ha distanziato di soli quattro decimi la nuovissima McLaren 650S GT3 del Ceco Jan Milon, mentre terzo si è piazzato il francese Christian Shmitter, a bordo della sua Porsche 997 GT3 R, anche se staccato di ben quattro secondi e mezzo.

Scorrendo ancora la classifica, vogliamo segnalare la bellissima prestazione del nostro Antonino Migliuolo, che ha letteralmente dominato il gruppo N a bordo della sua Mitsubishi Lancer Evo IX, chiudendo in mezzo a macchine ben più prestazionali.

Dopo il terzo round dell’ Europeo Montagna la classifica generale vede in testa Christian Merli ed Andrea Bormolini con 75 punti (questo grazie allo strano e complesso sistema di punteggio che adotta il campionato), davanti a Faggioli con 68 ed a Petit con 58.

Il prossimo appuntamento con il Campionato Europeo della Montagna è fissato invece per il prossimo weekend, in Spagna, per la Subida al Fito, che preannuncia tanto spettacolo lungo il guidato percorso iberico.

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *