Basso-Granai vincono al Valais e sono campioni TER 2017!

I portacolori BRC trionfano in Svizzera e sono campioni del Tour European Rally

Basso

Non poteva coronarsi in modo migliore la cavalcata di Giandomenico Basso e Lorenzo Granai nel Tour Europen Rally. Dopo una stagione sempre al top, i portacolori della Brc hanno conquistato la terza vittoria stagionale al Rallye du Valais con la loro Hyundai i20 R5, laureandosi campioni TER 2017.

Il pilota di Cavaso del Tomba giungeva in Svizzera con 34 punti di vantaggio su Bernd Casier e, per chiudere il discorso titolo già sulle strade elvetiche, il compito di Giando consisteva nel marcare a uomo il belga e finirgli davanti al termine del penultimo appuntamento. Detto, fatto. Basso, dopo una prima giornata non proprio semplice, si è riscattato alla grande nella tappa odierna e, oltre a mettersi dietro la Fiesta di Casier, ha anche conquistato la vittoria assoluta del Rallye du Valais.

Dopo una prima tappa caratterizzata da tanti piloti in grado di lottare per le posizioni da podio, l’equilibrio è stato rotto sin dai primi chilometri della seconda giornata. In particolare, prova cruciale della gara elvetica è stata la numero 11 che, non a caso, era anche la più lunga del rally con i suoi 32 chilometri cronometrati. I quali sono risultati fatali a due dei protagonisti assoluti ai vertici della classifica. Stiamo parlando di Oliver Burri, autore di un incidente che ha costretto gli organizzatori alla sospensione della prova, e Kevin Abbring, colpito da problemi tecnici alla sua Fiesta R5. Per l’olandese è stato un durissimo colpo alle sue ambizioni di vittoria, dato che comandava la classifica con un margine ragguardevole.

Da segnalare anche il ritiro della Skoda Fabia R5 di Jaroslav Orsak, seguito dai problemi della vettura gemella condotta da Jeremie Toedtli. Il giovane svizzero è stato penalizzato di due minuti, compromettendo la sua classifica che si era messa ulteriormente bene dopo lo scratch sulla ps11.

Stessa sorte che è toccata allo stesso Casier, trovatosi con venti secondi aggiuntivi al suo tempo finale. Per il belga dire che la corsa svizzera è stata complicata sarebbe riduttivo, considerando le grandi difficoltà nel segnare tempi di rilievo con la sua Ford Fiesta R5. Una mancanza di feeling che, nonostante l’impresa di tenere aperto il titolo si preannuciasse molto complessa, ha contribuito alla resa dell’unico contendente del nostro Giando. A nulla è servito lo scratch messo a segno sulla power stage conclusiva, se non a confermare la sua piazza d’onore

La terza posizione è stata appannaggio di Michael Burri che, zitto zitto, si è portato a casa un podio quasi insperato alla vigilia.

Facendo grandi congratulazioni ai neo campioni TER 2017, proponiamo al link la classifica finale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *