Rally Italia Sardegna, JWRC: Radstrom in testa, ma che battaglia!

Prima giornata combattuta per i giovani a bordo delle piccole Ford Fiesta R2T 2019.

Centoventisei i chilometri di prove speciali affrontati oggi dai concorrenti dello Junior WRC in questo Rally Italia Sardegna, come di consueto a bordo delle piccole ma scattanti Ford Fiesta MK8 R2T.

Molti i protagonisti annunciati, ma fin da subito lo svedese 23enne Dennis Radstrom ha fatto vedere di voler la rivalsa dopo la sconfitta nello JWRC 2018 proprio all‘ultima gara, rimanendo in testa quasi tutto il giorno con quattro successi di prova speciale all’attivo.

In seconda posizione, sempre in casa Svezia, il 28enne Tom Kristensson , autore di una gara fin’ora costante e senza errori, a 16.8 secondi di distacco dal leader connazionale, affiancato da Henrik Appelskog.

Lo spagnolo 21enne Jan Solans si trova per ora in terza posizione, fratello dell’illustre Nil, con soli 19.6 secondi da recuperare alla vetta e ben tre speciali vinte all’attivo, pronto a dare la caccia ai migliori sulla sua Fiesta MK8 già da domani.

Ormai più che una sorpresa è una certezza, il 27enne rumeno Raul Badiu, autore anch’oggi di una prestazione sublime, trovandosi sempre lì davanti e chiudendo al quarto posto, con 31.6 di distacco, pronto a crescere ancora e migliorare la sua posizione nel corso del residuo di gara.

Quinto posto provvisorio per l’esperto teutonico Julius Tannert, staccato di 48 secondi, mentre l’unico italiano presente, Enrico Oldrati, è stato molto sfortunato, e nonostante alcuni buoni crono è stato costretto alla decima posizione di Junior, a 6’53 dal primo.

Dopo questo estenuante day 1, domani sarà ancora più difficile, con 142km di prove e “Coiluna-Loelle” (15km), “Monti di Alà” (28km) e “Monte Lerno” (28km) che attendono al varco i quasi 100 iscritti in questo Rally Italia Sardegna. A domani!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *