Wrc: Citroen senza la nuova aerodinamica in Catalunya

Il team francese non porterà gli ultimi aggiornamenti provati nei recenti test

Due gare alla fine, 28 punti da recuperare a Tanak con 60 ancora disponibili. Non c’è più tempo e modo di sbagliare per Citroen Racing nel prossimo Rally Racc Catalunya, cruciale per i titoli mondiali 2019.

Dopo una stagione trascorsa spesso a rincorrere, la squadra francese ha lavorato duramente per tutto l’anno, senza però trovare delle soluzioni definitive. Alcune di esse avrebbero potuto essere quelle provate nei test pre Catalunya, riguardanti specialmente l’aspetto aerodinamico. Usare il condizionale è tuttavia d’obbligo perché, per questione di assenza di “gettoni” di omologazione, queste novità non saranno presenti sulle C3 già arrivate in quel di Salou.

Già in occasione del Galles, e sempre per il medesimo motivo, gli uomini di Satory non hanno introdotto una modifica alla sospensione E’ dunque molto probabile che queste novità, che sono le più importanti dal debutto della C3 nel 2017, facciano il loro esordio sulla C3 versione 2020 in occasione del Montecarlo del prossimo gennaio. Un ostacolo in più sulla già complicata marcia di Ogier, che avrà davanti un Everest da scalare per portare a casa il settimo titolo iridato. Il francese dovrà necessariamente finire davanti a Tanak al quale, dal canto suo, basterebbe guadagnare due punti sul pilota di Gap per laurearsi campione già domenica pomeriggio. L’estone, oltre a tutta la pressione derivante da un weekend cosi’ importante, ha anche avuto modo di commentare le novità viste nei test dei francesi, definendole una specie di copia di quanto ha già in dote la sua Yaris.

A questo però Tanak potrà pensarci in futuro, quando tutto ripartirà da zero e quello con il numero uno sui finestrini potrebbe essere proprio lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *