WRC - Deutschland 'blindato': tutte le PS all'interno di Panzerplatte

Gli organizzatori dell'ADAC non vogliono rischi: le reti della base NATO più estesa d'Europa terranno a distanza gli spettatori

Solo il Rally Sweden con la sua Lockdown Edition ci aveva provato: all’interno dell’area contigua all’assistenza ed aeroporto di Torsby gli organizzatori svedesi erano riusciti a creare un evento più televisivo che sportivo.

Pretendere di recintare delle PS rallystiche è e resta una utopia: solo alcuni Paesi possono vantare delle manifestazioni di caratura internazionale che possano svolgersi gestendo totalmente l’assenza di pubblico o almeno regolandone l’afflusso.

Una di queste si svolge in una nazione europea, la Germania, colpita in maniera importante dal COVID-19; così tanto da mettere in serio dubbio l’evento del WRC fino a qualche settimana fa. Troppi i rischi che i tedeschi non volevano assolutamente correre in caso di positivi tra il pubblico che a fine agosto si riversa tra Mosa e Mosella a migliaia: l’unico rally del Mondiale di asfalto ‘puro’ è una occasione troppo ghiotta da farsi sfuggire per molti fan.

Tifosi che dovranno aspettare il 2021 per vedersi sfrecciare le WRC+ su e giù per i vigneti che si arrampicano tra le rive del placido fiume: l’evento, riporta DirtFish, sarà contenuto in sole 2 giornate e interamente all’interno dell’area di Panzerplatte. I 12.000 ettari che le forze USA e NATO utilizzano per testare i carri armati sono la soluzione ideale per controllare il numero di spettatori: a soffrirne sarà la varietà di percorso offerto, con solamente il cemento militare e i famosi bivi e allunghi che contraddistiguono una delle PS più lunghe del calendario. Anche se, le hinkelsteins saranno sempre lì, pronte a ghermire la vittima di giornata…

Copyright: Jaanus Ree/Red Bull Content Pool

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *