Ogier racconta a wrc.com la sua "pazza" gara

Il campione di Gap descrive le reali condizioni della Yaris dopo l'incidente stradale

ogier vittoria

Un weekend a dir poco turbolento per Sebastien Ogier e Julien Ingrassia, concluso con una clamorosa Wolf Power Stage che li ha portati a vincere su Elfyn Evans di 0,6 secondi. Tutto questo dopo aver rischiato l’uscita di strada sulla SS1, forato il sabato ed avuto un incidente stradale quando mancavano solo due prove al termine del Rally di Croazia.

Emozioni a raffica che Ogier ha raccontato al canale ufficiale del Promoter ora che gli animi si sono calmati e sono arrivate le decisioni ufficiali dalla FIA.

È stata una corsa pazzesca. Ho pensato che il mio rally fosse finito al momento dell’impatto. Sinceramente mi fa ancora male la schiena e fortunatamente l’auto non è stata danneggiata in modo eccessivo. Sono riuscito ad andare avanti anche se non ero in condizioni ottimali e sono comunque riuscito a cogliere la vittoria nell’ultima tappa. Alla fine non ci credevo più,  possiamo godercelo di sicuro.

La macchina tendeva ad andare dritta quindi penso che il danno fosse perlopiù aerodinamico per la Yaris e psicologico per me. La cosa più importante però è che nessuno si è fatto male in questo incidente. Questa era la mia principale preoccupazione.

È stato multato di 5000 euro per aver lasciato il luogo dell’incidente e gli è stato comminata la sospensione per un rally, che verrà applicato se commetterà un infrazione simile nei prossimi sei mesi. È stato inoltre multato di € 2000 per aver ignorato un semaforo rosso subito dopo l’incidente ed oggi è arrivata pure la notizia della sospensione della sua patente in territorio croato per i prossimi sei mesi. Poteva andare decisamente peggio dal punto di vista sportivo ma Ogier sente di aver già chiarito ufficialmente la sua posizione e resta focalizzato sul racconto dell’incidente.

Fortunatamente l’impatto è stato diretto, forse in uno dei punti di forza della vettura. Ha danneggiato un po’ l’estetica ma all’interno, la ruota era dritta e il roll-bar non era stato toccato e anche lo sportello, la protezione in schiuma, era intatta, quindi la sicurezza era ancora idonea a proseguire.

Un pensiero anche per lo “sconfitto” e compagno di squadra Evans, autore di un grande fine settimana “macchiato” da una piccola sbavatura pagata caramente all’ultima curva.

Certo, dispiace un po’ per Elfyn perché ha fatto un buon lavoro tutto il weekend ma credo che non abbiamo rubato neanche questa vittoria. Siamo stati abbastanza forti per tutto il weekend. Alcuni problemi ci hanno rallentato in alcuni punti, ma le prestazioni a livello globale sono state buone, quindi penso che possiamo essere contenti. E la cosa più importante è che è una doppietta per la squadra questo fine settimana ed in questa fase della stagione, è molto importante.

Fonte: wrc.com
Immagine di copertina: Luca Barsali

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *