WRC - Sardegna - Ogier completa l'opera, Evans e Neuville posizioni ad inseguire

Il francese porta a termine il weekend con la vittoria, lasciando la Power Stage a Neuville (poi terzo) e tenendo Evans al secondo posto

Amministrazione. Pure abbastanza ordinaria quando il weekend di gara ti soffia il vento da dietro: la spinta giusta e si va ad allungare nel Mondiale. Ogier ed Ingrassia terminano l’opera regolando il distacco sui compagni EvansMartin e sulla Hyundai superstite di NeuvilleWydaeghe. Ora i francesi raggiungono e superano quota 100 punti, con il solo Evans in scia a 95.

Ogier alle stelle

Il ragazzotto di Gap ’emigrato’ in Svizzera da parecchi farà ritorno nel buen retiro cantonale con una ennesima coppa da aggiungere alle altre: la vittoria numero 57 il francese se l’è costruita già da venerdì limitando i danni nell’aprire le strade, e poi nel sabato dove complici gli ‘harakiri‘ altrui ha piazzato la sciabolata finale prendendo il largo: unico allarme una cilecca del motore dopo un guado a causa dell’acqua, tutto rientrato dopo qualche secondo. Ora il vantaggio su Evans rimane ancora esiguo ma probabilmente si ha l’impressione che Neuville rischi di venire tagliato fuori dalla lotta.

Evans recrimina il venerdì

Non era un venerdì 17 ma poco ci è mancato per il gallese: dopo aver spento il motore durante la Power Stage, al controllo stop ammette che, tutto sommato, il fine settimana è andato piuttosto bene. La prima tappa corsa un po’ sottotono ha creato quel distacco successivamente impossibile da recuperare nelle altre due giornate. Lo stallo nella ultima PS gli preclude la possibilità di prendere qualche punto extra ma il distacco dal capitano e relativamente contenuto in classifica: ora può solo guardare avanti anzichè preoccuparsi di temere alle sue spalle.

Neuville a basso morale

Il belga è dispiaciuto: dopo il duro lavoro dei meccanici per riparare la vettura dopo il Portogallo, si lamenta di non aver potuto lasciare l’isola con un buon risultato. Parla di un insieme di fattori come cause che hanno determinato il ‘solo’ terzo posto: a dire il vero il podio di Thierry è l’unica vera gioia per Hyundai in un weekend da dimenticare. Il distacco in classifica si fa ora importante dagli uomini Toyota essendo al giro di boa nella prossima gara.

Copyright: Erica Salotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *