Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
Tempo

3 MIN

Presentata la nuova Skoda Fabia RS Rally 2

La nuova arma di Mladá Boleslav è pronta per dominare i campionati nazionali di tutto il mondo

Dopo mesi di sviluppo e test approfonditi, Skoda Motorsport presenta la nuovissima Fabia RS Rally2. La nuova vettura appartiene al gruppo Rally2 e segue le Skoda Fabia Rally2 e Rally2 evo di grande successo, che sono diventate entrambe le auto da rally più vendute negli ultimi otto anni con oltre 450 vendite; la più venduta e anche la più riuscita. Grazie a un ampio programma clienti, Skoda Motorsport e i team privati ​​sono riusciti a ottenere ben 1.710 vittorie (entro il 30 aprile 2022) e 12 titoli mondiali nelle categorie piloti o team con queste vetture.

E cosa sappiamo già della Fabia RS Rally2?

La nuova generazione della Fabia Rally 2 si basa sulla nuova Fabia stradale, entrata sul mercato nel 2021. Poiché è anche un’auto da Rally2, la nuova auto da rally deve rispettare le normative FIA ​​per questo gruppo, proprio come la precedente. Ciò significa che è spinta da un motore turbo benzina da 1,6 litri collegato a un cambio sequenziale a cinque rapporti e da quattro ruote motrici con differenziali autobloccanti meccanici su entrambi gli assi.

Å koda Motorsport ha coinvolto ingegneri, tecnici, meccanici e piloti con molti anni di esperienza nel programma di test. Andreas Mikkelsen, Jan Kopecký, Kris Meeke ed Emil Lindholm si sono messi al volante dell’auto di test. L’intero team ha quindi testato la nuova vettura in quante più condizioni possibili per assicurarsi che fosse veramente pronta a tutto ciò che avrebbe dovuto affrontare. Ed è ciò che conta di più per i team dei clienti in tutto il mondo; poter contare su un’auto in grado di affrontare il gelo della Finlandia, l’asfalto veloce e liscio della Spagna o la ghiaia pesante di Fontjoncouse.

Test nella terra della neve e del ghiaccio

Durante i test invernali in Finlandia, gli equipaggi hanno dovuto affrontare strade forestali innevate e temperature che sono scese a -14 gradi Celsius. Come ha spiegato Jan Krasula, responsabile del progetto per lo sviluppo della Fabia RS Rally2.

L’obiettivo non era solo quello di testare l’affidabilità e le prestazioni, ad esempio, delle parti del telaio e dei componenti del gruppo propulsore in queste dure condizioni invernali. Dovevamo anche assicurarci che l’equipaggio trovasse un livello di comfort accettabile all’interno dell’abitacolo quando fuori si gela. Ad esempio, il parabrezza non deve appannarsi e la temperatura a bordo non deve scendere al di sotto di un certo livello.

Perfetto equilibrio
Durante lo sviluppo, l’attenzione si è concentrata anche sull’equilibrio della vettura. Il passo più lungo e le dimensioni complessive maggiori hanno offerto agli ingegneri nuove opzioni per posizionare i componenti principali dell’auto, come dice ancora Jan Krasula:

Per ottenere il massimo da questo layout, siamo partiti da zero rispetto alla precedente Å KODA FABIA Rally2. Ad esempio, siamo riusciti a riposizionare il serbatoio del carburante. Nel vano motore abbiamo sfruttato lo spazio maggiore tra i longheroni del telaio. Abbiamo riprogettato anche il cambio, la frizione e il volano per ottenere meno inerzia e maggiore efficienza. Inoltre, la Å KODA FABIA Rally2 di nuova generazione ha un intercooler più grande ed efficiente, che non si adatterebbe sotto il cofano dell’auto attuale.

L’affidabilità come fattore chiave
Ma ciò che non è cambiato con la nuova vettura è la sua affidabilità. Questo è ciò che i clienti apprezzano della Skoda Fabia Rally2 evo, poiché possono fare affidamento su di essa anche nelle condizioni più difficili.

Questa è la regola d’oro: per finire primo, devi prima finire. Un’auto da rally affidabile offre ai piloti la sicurezza di spingersi al limite. L’affidabilità delle auto fa parte del nostro DNA. Con ogni nuovo modello, dedichiamo molta energia per garantire un elevato livello di affidabilità

Così ha introdotto l’argomento AleÅ¡ Rada, responsabile dello sviluppo delle auto da corsa di Skoda Motorsport. I test della nuova vettura si sono svolti anche sui tracciati di Fontjoncouse, in Francia, utilizzati anche dai team durante i preparativi per la Dakar. E su questo aspetto si è espresso Andrea Mikkelsen:

Le tracce di Fontjoncouse sono molto, molto difficili. Hai delle grandi compressioni, salti, molti sassi sulla strada: è l’ambiente migliore per testare l’affidabilità di un’auto da rally. Se un’auto sopravvive a Fontjoncouse, può resistere a qualsiasi rally vero e proprio.

Mostra commentiChiudi commenti

Lascia un commento

Rallyssimo.it – TESTATA GIORNALISTICA
Iscrizione autorizzata al Registro Stampa del
Tribunale di Rimini N° 6 del 19/11/2019

Iscriviti alla Newsletter

RALLYSSIMO © 2022 – The SpaceWeb Agency The Space