Rally Roma Capitale 2019: Rendina dubbioso sulla conferma di Pico

Indiscrezione sulla prossima edizione raccontano un possibile cambiamento radicale del percorso

Non si è ancora placato il fumo delle gomme dell’edizione 2018 che iniziano ad uscire le prime indiscrezioni sull’edizione 2019 del Rally di Roma Capitale. Secondo alcune indiscrezioni pare difficile la conferma di Pico come comune coinvolto nel percorso di gara.

Le cause

Alla base di questa possibile variazione ci sono una serie di motivazioni tecnico-burocratiche.

In primis il contratto scaduto che pare non verrà rinnovato da parte di Motorsport Italia a causa di divergenze tra l’organizzazione della gara e l’amministrazione comunale. Max Rendina, che ha sempre dimostrato grande attaccamento alla città frusinate rendendola epicentro della gara insieme al centro di Roma, sembra intenzionato a guardare altrove pur dispiaciuto per il popolo di Pico, forte dei risultati e del prestigio crescente che la gara sta acquisendo edizione dopo edizione.

Oltre a questa dinamica, si è aggiunto l’esito del rapporto FIA che ha giudicato il trasferimento eccessivamente lungo per macchine e team.

Insomma la situazione andrà seguita con grande attenzione nei prossimi mesi poiché potrebbe portare grandi variazioni sul percorso dell’edizione 2019 della gara nella città eterna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *