WRC - Serderidis annuncia il ritiro dalle corse

Dopo l'ultima grande soddisfazione in Australia ha deciso che va bene così

Jourdan Serderidis con un malinconico post su Facebook, ha annunciato il suo ritiro dai rally.

La carriera del pilota greco inizia nel 2012 quando prende parte ad alcune gare del Campionato belga ed olandese, il debutto nel WRC avviene la stagione seguente in Galles dove chiude 32° assoluto. Nella scorsa stagione trionfa nel WRC Trophy, mentre sono 5 le vittorie ottenute in carriera, per tre volte trionfa al Rally Sprint de Hallilot (2015, 2016 e 2018) mentre si aggiudica una volta il Rally delle Ardenne e il Rally Boucle Chevrotines.

Queste le parole di Jourdan su Facebook

Sono tornato dal WRC in Australia, con un decimo posto assoluto, che per me è il miglior risultato nel Mondiale, di fronte avevo 11 piloti professionisti e alcuni buoni piloti internazionali come i fratelli Heller, Kremer, Gill e i migliori piloti australiani.

In condizioni perfette (asciutto), speravo di poter girare tra i 3 ei 4 secondi al km dai top driver. Sono riuscito però solamente ad scendere a 5 s / km, di meglio non sono riuscito ad fare.

Nelle giornate di Sabato e Domenica ero il primo a transitare sul percorso con il ruolo di spazzino, però ho centrato due buoni tempi (uno nella top 5 e una top 8), purtroppo ho grossi limiti sul controllo della vettura e sul prendere rischi ed andare ad osare di più. Lo ammetto perché sono onesto con me stesso, qualunque cosa la gente pensi.
Per progredire almeno un po’ ulteriormente dovrei investire molto, ed onestamente non trovo un senso logico di farlo.

Inoltre, ho deciso oggi di terminare la mia “carriera”nei rally. Ho preso il via a 79 gare, non una di più. Ho preso questa decisione per motivi personali. Grazie a tutti per aver accettato e rispettato questa mia decisione.

Ho avuto momenti difficili nel corso dei rally (come questa domenica nel fango australiano) ma anche momenti magici. Il mio ricordo migliore?  Lavittoria nelle Ardenne con Fred nel 2017. Fu un emozione enorme per me.

Ringrazio anche tutti i miei co-piloti (Mergny William Witney Adami, Erwin Mombaerts, Morgan Rose, Eddy Snaet Olivier Beck e Lara Vanneste) per avermi accompagnato in queste avventure.

Fred Miclotte ha creduto in me fino alla fine e mi ha fatto progredire su entrambe le superfici. Abbiamo passato solo bei momenti insieme.
Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *