Campionato Italiano Rally

Sale l’attesa nella Città Eterna. Manca poco più di un mese al Rally di Roma Capitale e sempre più velocemente escono i dettagli relativi alla gara e alle manifestazioni di contorno. Un evento motoristico che, a pochi anni dalla sua nascita, è cresciuto costantemente, fino a diventare una delle gare più importanti per rappresentare l’Italia nel mondo dei rally.

L’aspetto sportivo del Rally Roma Capitale

Quest’anno la gara sarà un concentrato di spettacolo, nazionale ed internazionale, grazie all’inserimento nel calendario del Campionato Europeo Rally FIA (ERC) che si aggiunge al Campionato Italiano Rally. C’è quindi la garanzia di vedere tanti equipaggi allo start e l’occasione di poter mettere a confronto le stelle dei rally di casa nostra con alcuni protagonisti di valore internazionale. Pensiamo a nomi come Andreucci, Campedelli e Scandola da una parte e Lukyanuk, Grazyn, Suarez e Bostanci dall’altra. E non è detto che qualche stella del WRC non decida di iscriversi ad una gara che garantisce un palcoscenico tanto suggestivo quanto importante.

Tutti i media pronti per la gara

Lo scenario di Roma offre la grande occasione di creare contenuti affascinanti e di grande appeal non solo per gli appassionati di rally e quindi la macchina dei media si presenterà con un dispiegamento di forze piuttosto importante. In primis il canale sportivo Eurosport che garantirà diversi servizi su 3 canali visibili in 54 paesi europei, con un pubblico potenziale di 136 milioni di utenti. Aci Sport garantirà il palinsesto “classico” riservato a tutti gli appuntamenti del CIR con dirette streaming e appuntamenti fissi dal parco chiuso. Infine tutti i magazine online (noi compresi) e offline saranno presenti sul campo di gara per poter raccontare l’evento in tutte le sue sfaccettature prima, durante e dopo la gara.

Ritorno di immagine per Roma e per l’Italia intera

I preparativi fervono nella consapevolezza di andare incontro ad un evento che consentirà di mettere in luce la città di Roma (e dintorni) e il Belpaese agli occhi del mondo. Non è una novità di come il rally sia in grado di muovere tante persone in luoghi spesso difficili da raggiungere e Roma è la grande occasione sia per chi viene da nord che da sud. E a giovarne sono tutte le attività locali che si vedono comunque generano un indotto legato alla competizione.

A testimonianza di questo abbiamo sfruttato la conoscenza di Stefano Belli proprietario di www.mvmpubblicità.it che ci ha raccontato in prima persona come vi sia la percezione di grande occasione di visibilità in città:

Inizialmente non ci era chiaro il motivo per cui le richieste di camion vela e altri servizi pubblicitari di cui ci occupiamo fosse così aumentata per quel periodo di settembre. Abbiamo indagato e siamo venuti a conoscenza dell’organizzazione del Rally di Roma Capitale ed è stato tutto molto più chiaro. Innegabilmente la manifestazione genera movimento di persone e dove c’è movimento di persone c’è desiderio di farsi vedere e beneficiare di visibilità in più. Tutte cose che fanno un gran bene a Roma e alle sue attività anche più piccole.

Dunque ci sono tutti gli ingredienti per un grande spettacolo dal 15 al 17 settembre con il Rally di Roma Capitale.

Arriva anche per questo evento l’appuntamento con le pagelle ma, onestamente, non abbiamo grande voglia di fare il solito riassunto dei fatti da tradurre in voti per i protagonisti. Troppi strascichi pre, durante la gara e subito dopo. Tutta roba che non appartiene a chi fa di questo sport una passione e (spesso) una ragione di vita. E allora sotto coi voti alternativi per il Rally di San Marino.

Luca Panzani è tornato a far parlare di sé nel contesto del Campionato Italiano Rally. Il vice Campione tricolore in carica “due ruote motrici”, lo scorso fine settimana si è di nuovo gettato nella mischia tricolore in occasione del 45° Rally di San Marino, valido sia per il Campionato assoluto che per il tricolore “terra” cui è iscritto. Panzani, portacolori della scuderia ART Motorsport, di nuovo affiancato da Sara Baldacci, ha chiuso l’impegno in ottava posizione assoluta, quinto tra gli iscritti al “terra”, di nuovo al volante della Peugeot 207 S2000 del Team BalBosca, supportato ufficialmente da Hankook Competition mediante l’appoggio diretto di ERTS, la struttura livornese che gestisce il programma agonistico italiano del costruttore di pneumatici coreano.

Nuova, grande soddisfazione, per MOVISPORT, i cui colori sono sempre più tra quelli di riferimento nel Campionato Italiano Rally Terra. Lo scorso fine settimana, al 45° Rally San Marino, i veronesi Luca Hoelbling e Mauro Grassi hanno finito in quinta posizione assoluta grazie ad una prestazione di spessore. Hanno conquistato soprattutto il secondo posto tra gli iscritti al Campionato Terra, rispettando gli obiettivi della vigilia e conquistando punti importanti per la classifica provvisoria stagionale.

Due tappe tre vittorie. L’equipaggio ufficiale di ŠKODA Italia Motorsport si conferma il migliore sulle prove speciali sterrate del San Marino Rally. Nel sesto appuntamento del Campionato Italiano Umberto Scandola e Guido D’Amore vincono gara 1 sabato e si riconfermano i migliori anche in gara 2 domenica. Per somma dei tempi si aggiudicano la corsa e il bottino pieno dei punti, fondamentali per continuare a lottare nella serie, quando mancano due round al termine.