ERC - Le parole di alcuni dei protagonisti al via del Barum Zlin

Interviste esclusive prima della tappa europea in Repubblica Ceca

Motori già caldi in Repubblica Ceca dove questo weekend andrà in scena il Barum Zlin Rally, gara valida come sesta prova del Campionato Europeo e per il locale Campionato nazionale.

Vediamo cosa dichiarano alcuni dei protagonisti al via della gara

Chris Ingram (Gran Bretagna, Toksport WRT), ERC1 Junior, 1° (125 punti)

Il Barum Rally sarà importantissimo perché deciderà l’esito dell’ERC1 Junior Championship. Sono molto dispiaciuto di non aver reso al massimo nelle ultime uscite, dobbiamo capirne i motivi. L’anno scorso andai forte nel finale e i miei tempi furono in linea con Kopecký, Lukyanuk e Sordo. So perfettamente cosa devo fare per vincere il titolo, il quale poi ci darà la possibilità di continuare a lottare anche per quello assoluto, ma adesso pensiamo a questo”.

Filip Mareš (Repubblica Ceca, ACCR Czech Rally Team), ERC1 Junior, 2° (95 punti)

Prima di tutto va sottolineato il fatto che siamo in lotta per il titolo al Barum, quindi possiamo già giudicare positiva la stagione. Siamo prontissimi per questo round finale, dobbiamo dare tutto per concludere al meglio l’anno. Per noi il Barum Rally è il top della stagione, sia per quello che riguarda l’ERC, sia nel campionato ceco. Ci sono prove bellissime come la Pindula, tornate nel programma, mentre altre per me saranno nuove. Sono sicuro che la competizione sarà di altissimo livello e sappiamo che sarà dura. Il nostro piano gara è andare forte da subito, sono certo di poterci riuscire, fin da inizio anno ero motivatissimo ed ora lo sono ancora di più.

Ken Torn (Estonia, Estonian Autosport Junior Team), ERC3 Junior, 1° (116 punti)

Sicuramente è tutto bellissimo, prima della stagione non pensavo di poter competere nell’ERC ed invece…

Il premio finale è una bella occasione, perché per un giovane non è semplice trovare il budget per correre con una R5. Quando ho visto i video delle prove mi sono reso conto che è tutto molto diverso rispetto a Roma. Ci sono punti molto sporchi e credo che sarà il rally più difficile di sempre per me”.

Efrén Llarena (Spagna, Rallye Team Spain), ERC3 Junior, 2° (110 punti)

Il mio obiettivo è ovviamente vincere il rally e quindi il titolo, ma so che sarà difficile perché dipenderà dal risultato di Ken Torn.

Il Barum Czech Rally Zlín è una sfida tostissima per tutti, bisognerà attaccare fin da subito. Lo scorso anno il passo migliorò strada facendo e arrivammo fino al terzo posto, poi purtroppo un problema meccanico ci costrinse al ritiro. Ripartimmo per la tappa finale, per cui conosco diverse prove. Sarebbe un sogno diventare Campione in ERC3 Junior, la miglior ricompensa per quanto fatto da Real Federación Española de Automovilismo (RFEDA) con il progetto Rallye Team Spain, Mavisa Sport, la mia co-pilota Sara, me e tutti coloro che ci sostengono

Sindre Furuseth (Norvegia, Saintéloc Junior Team), ERC3 Junior, terzo (96 punti)

Il Barum Rally è un evento difficile, pieno di imprevedibilità. Attaccheremo come abbiamo fatto quest’anno, provando ad andare forte e tenerci lontano dai guai. Vincere il titolo ci darebbe una bella mano a passare alla R5 stabilmente, nel 2020 avremmo due grandi occasioni. Dopo l’errore di Roma sembra più dura, ma cercheremo di dire la nostra”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *