WRC - Alessandro Prosdocimo: "Esserci mi rende felicissimo, fondamentale la stesura delle note"

Debutto iridato a bordo della Peugeot 208 R2 per il friulano

Secondo appuntamento dedicato alle parole dei nostri equipaggi al via del prossimo Rallye Monte-Carlo. Oggi è il turno del friulano Alessandro Prosdocimo che affronterà le strade del Principato con la piccola Peugeot 208 R2, navigato da Marsha Zanet. Per lui si tratta della seconda volta al “Monte”, dopo il debutto avvenuto nel 2010, quando a bordo di una Ford Fiesta ST, chiuse in 36° posizione assoluta.

Il 2020 inizia alla grande, con la partecipazione al Monte-Carlo, che affronterai con Marsha Zanet al tuo fianco e alla guida di Peugeot 208 R2. Come stai vivendo l’attesa di questo evento iridato?

Sono felicissimo… e veramente emozionato perché ti rendi conto di realizzare un sogno della tua infanzia sopratutto per il mito che rappresenta il rally monegasco.

Come ci si prepara ad una gara “particolare” come il Monte e qual’è il fattore che temi di più?

La preparazione e’ più emotiva che fisica perché non ho ansia da risultato anche se la stanchezza poi si farà sentire perché le gare a cui sono abituato sono decisamente più corte. In parte temo un po’ le insidie che derivano dal meteo pazzerello con ghiaccio e neve alternati all’asciutto ma considerato che non sono più un “ragazzino” farò molta attenzione a non esagerare!

Un fattore importante sarà la notte, dato che le prime due prove e l’ultima del venerdì saranno disputate con l’ausilio delle fanaliere. In questo quanto sarà fondamentale la stesura note e il lavoro dei ricognitori?

La stesura delle note sarà fondamentale e sicuramente l’attenzione sarà maggiore sopratutto perché la sera porterà temperature più rigide e rischi maggiori di presenza di ghiaccio.

Che obiettivi ti poni per questa affascinate gara?

L’obiettivo è arrivare a Montecarlo domenica pomeriggio e poi mi concentrerò a ricordare ogni momento di questa gara straordinaria.

Il tuo 2020 come proseguirà? Ti vedremo in qualche altra gara iridata?

Il mio 2020 continuerà sicuramente con la gara di casa ( il Piancavallo) e qualche gara oltre confine austriaco o croato come ormai faccio da qualche anno. Gare iridate per il 2020 non penso anche se aspetto dopo il Montecarlo per dare una risposta definitiva.

Grazie della disponibilità e in bocca al lupo per questo Monte..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *