Campionato Italiano Cross Country – Rally Greece Offroad. Vince Galletti-Maroni su Toyota Hilux Overdrive.

Ottimo secondo posto per Andrea Schiumarini nonostante alcuni problemi tecnici

Le strade della Macedonia Occidentale hanno ospitato e fatto divertire i piloti impegnati nell’ottava edizione del Rally Greece Offroad, nuova data del Campionato Italiano Cross Country, che si è svolta nel weekend del 4-5-6 giugno.
Tre giornate di puro offroad dove prove lunghe, selettive e molto tecniche hanno scaldato i motori, e non solo, dei 41 iscritti.

Il prologo di cinque chilometri, molto veloce, ha aperto i giochi venerdì 4. La gara è poi entrata nel vivo con una prova “veramente tosta e ruvida” – come hanno dichiarato in tanti – da 70 chilometri da ripetersi due volte. Un tracciato poco scorrevole e con molte salite e discese, ha imposto una guida non troppo veloce, soprattutto per le auto, dove l’obiettivo primario era non sbagliare. Durante il briefing, gli organizzatori avevano informato gli equipaggi che sarebbe stata la prova più difficile ed a riprova di questo, si sono registrati alcuni ritiri e numerosi problemi tecnici.
Nella giornata di sabato 5 giugno il percorso ha interessato un’area montagnosa, arrivando oltre i 1700 metri sul livello del mare, dove i piloti hanno incontrato tutta la gamma di terreni possibili dell’offroad, con addirittura il fech fech, permettendo di correre una sezione selettiva ad alto tasso di divertimento. La prova di 108 chilometri è stata ripetuta due volte ed il ritornare, nella seconda ripetuta, su un tracciato già visitato dagli pneumatici ha imposto una guida molto più attenta.

Domenica 6 si chiude con una prova sola di 100 chilometri, ancora una volta tecnica e guidata.
A salire sul podio in categoria T1 sono Sergio Galletti e Giulia Maroni su Toyota, che hanno dominato ed amministrato alla perfezione la gara. Il pilota bolognese si porta in testa anche nella classifica del Campionato Italiano Cross Country, vista l’assenza di Andrea Alfano e Lorenzo Codecà.
Medaglia d’argento per Andrea Schiumarini e Maurizio Dominella su Mitsubishi Pajero WRC+ che chiudono una gara non facile e poco fortunata, con qualche problema tecnico. In terza posizione Giuseppe Ananasso e Roberto Ibba su Suzuki Vitara.
Nella categoria T2 domina Alfio Bordonaro e Mauro Toffoli su Suzuki Gran Vitara, seguiti da Marino Gambazza Chinti e Santo Triolo, anche loro su un Gran Vitara. Chiude in terza posizione il romagnolo Andrea Succi con Fabio Gaffietti su Mitsubishi Pajero. Per loro una menzione speciale per il gesto sportivo nei confronti di Schiumarini che, rimasto fermo a 13 chilometri dall’arrivo nell’ultima prova, è stato rimorchiato da Succi fino al traguardo. I due sono stati compagni di equipaggio nella Dakar 2019.
In categoria TH salgono sul podio Mert Becce e Sertac Tatar su Suzuki Gran Vitara, seguiti da Augusto Grandi e Marco Mantovani con Suzuki Sj500. Terzi Simone Grossi e Daniele Manoni su Land Rover Defender.
Nella classifica SSV CICCR vince Federico Buttò, che ha gareggiato senza navigatore, seguito da Elvis Borsoi e Stefano Pelloni che hanno subito un ritardo dovuto al cappottamento nel prologo.
Prossimo appuntamento del Campionato Italiano Cross Country al San Marino Cross Country il 24-25 giugno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *