Wrc2- Petter Solberg: "E' stato bello rivedere tutti"

Il norvegese è pronto per correre la sua prima gara mondiale dopo sei anni

Il Rally Racc Catalunya è ufficialmente iniziato con lo shakedown e la prima prova speciale spettacolo, che hanno sancito un grande inizio di Sebastien Ogier e delle nuove Volkswagen Polo per quanto riguarda il mondiale Wrc2. Eric Camilli ha stampato subito un sesto tempo assoluto e primo di classe nella ss1, con la seconda vettura tedesca in quindicesima piazza nelle mani di Petter Solberg.

Proprio il norvegese è tornato a correre in una gara del mondiale rally dopo sei anni esatti dalla sua ultima presenza, esattamente in Catalunya. Nella conferenza stampa pre gara l’iridato 2003 ha quindi parlato delle sue sensazioni per questa nuova esperienza che lo attende al varco:

Devo dire che sono molto felice. Questo evento è stato pianificato già da un pò, ma per via delle mie condizioni fisiche dopo l’incidente nel mondiale rallycross non ho potuto prendere alcuna decisione definitiva. Adoro questo ambiente, la passione è tanta e la classe Wrc2 è davvero competitivita. Per me è una grande opportunità.

Se il sodalizio tra Solberg e Volkswagen nel mondiale rally è cosa recente, i rapporti tra il norvegese e la casa tedesca sono più duraturi per quanto riguarda il rallycross, nel quale la loro collaborazione persiste ormai da tre anni. Perciò, il salto dalla Polo Rx alla versione R5 è stato particolarmente sentito da Petter, soprattutto nei primi test stagionali:

Nel primo contatto con la Polo R5 sull’asfalto ho pensato che qualcosa non andasse per il verso giusto. Ero abituato alla potenza di 600 cavalli della versione Rx e ho subito pensato che ci fosse molto da migliorare sulla vettura. E’ stato un pò imbarazzante, ma nei successivi test ho percepito appieno il potenziale della Polo R5. Questo fine settimana sarà molto importante per Volkswagen e per Eric. Per quanto mi riguarda penserò a divertirmi, deliziare i fan e non commettere errori.

Questo Rally Racc Catalunya sarà molto speciale per Solberg, non solo perchè tornerà a correre nel campionato che lo vide iridato nel 2003, ma perchè la sua sarà anche una vera e propria sfida in famiglia. Suo fratello Henning sarà infatti anch’egli al via della gara catalana con una Skoda Fabia R5:

Sembra di tornare indietro nel tempo, tornare qui e trovarsi di nuovo con lui e gli altri ragazzi è davvero bello. Sembra che nessuno di noi andrà in pensione! E’ bello rivedere tutti, Seb e Ken sono tornati nonostante tutto e questa cosa mi piace, ho molto rispetto per questo.

Petter ha poi parlato anche di suo figlio Oliver, che è intenzionato a intraprendere la carriera del padre:

Lavora da solo con mail e telefonate, facendo lo stesso lavoro che deve fare ogni giovane con gli sponsor e tutto il resto. Non esistono scorciatoie per i rally, e Oliver vorrebbe correre il Galles con una vettura R5. Ha fatto alcuni test con Loeb su asfalto, ed indubbiamente è stato un bravo insegnante. Vedremo, ma la strada è lunga.

Di sicuro non lo è quella di Petter in questo Rally Catalunya, in cui da domani si comincerà a fare sul serio con le prime sei prove speciali sterrate.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *